Il pane sporco

2

Chi «pratica le tangenti – ha detto papa Francesco in una omelia di qualche giorno fa – ha perso la dignità e dà ai figli pane sporco». Papa Bergoglio ha quindi rivolto una preghiera «perché il Signore cambi il cuore di questi devoti della dea tangente».

NERVO SCOPERTO

Hanno fatto molto discutere le parole del Papa. Ovviamente c’è una qualche ragione: il Papa ha toccato un nervo scoperto. Nella società in cui viviamo non esiste solo una ricchezza scandalosa rispetto a molta povertà, ma esiste una deformazione culturale, per la quale non è la morale che giudica il denaro ma il contrario. Molta gente si sente autorizzata proprio dalla sua ricchezza a fare ciò che vuole: è la edizione moderna della logica della forza. Moderna non solo perché va di moda, ma anche perché sa escogitare i modi più raffinati per imbrogliare la legge e il prossimo. È la forza sottile della volpe che spesso si abbina a quella tracotante del leone. Così, a poco a poco, la figura di chi può fare quello che vuole è diventata la figura vincente. E avviene sempre più spesso che molta gente si lascia sedurre dal fascino di quella forza e scimmiotta i ladri e i furfanti che, proprio perché ladri e furfanti, fanno tendenza. E così molta gente che non aveva i soldi ma aveva la dignità, finisce per perdere la dignità, senza, peraltro, acquistare i soldi.

IL RING SENZA CORDE

Semmai c’è da aggiungere che spesso manca il quadro in cui la dignità possa attrezzarsi per affrontare la forza. Ed è il quadro disegnato dalla legge, da una legge almeno in parte imposta e almeno in parte osservata. La nostra società spesso è un ring senza le corde. Chi riceve una spinta finisce fuori e rimane sul ring, tronfio e trionfante, chi ha avuto la sfrontatezza di dare la spinta e può anche vantarsi pubblicamente di essere il vincitore. Non è accettabile, è sempre meno accettabile che chi non ha osservato le leggi e spesso ha violentato il prossimo possa fare di quella violenza una indecorosa esibizione.

IL TUO PARERE

Pensi che sia inevitabile che i furbi e i forti vincano comunque? Gli onesti sono sempre perdenti?

Share.

2 commenti

  1. Avatar
    alessandro vezzoli on

    Ogni rivoluzione ed ogni cambiamento di rotta sono il pane dei giovani non dei vecchi, spero che i nostri ragazzi ormai depredati da un possibile futuro abbiano la forza di stravolgere l’attuale ordine delle cose.
    Che seguano la direzione data da un vecchio giovane chiamato papa Francesco!

  2. Avatar
    silvana messori on

    Quello di mangiare “pane sporco” e aggiungo.. di SANGUE.. è una sensazione che ti fa rivoltare le viscere!.. chi crede però, di puntare sempre il dito sull’altro.. non fa che “incolpare se stesso”.. chissà perché le colpe sono sempre di altri.. ma noi dove eravamo?.. non generalizziamo.. però.. nella nostra presa di coscienza.. facciamo una bell’esame del nostro comportamento.. quotidiano.. verso un vicino di casa, verso chi chiede aiuto e diamo sassi..ci siamo girati dall’altra parte, quando vedevamo soprusi perpetrati ad altri. ma che non ci toccavano.. e quindi.. non era affare nostro.. non piace denunciare… però.. le cose di malaffare sono sotto gli occhi di tutti… Persone che con onestà intellettuale, sono stati ammazzati.. nell’adempimento del loro SERVIZIO… ma noi.. a cosa importava… tanto non è toccato a me… e sì.. non voglio fare la moralista a tutti costi.. però la morale la facciamo assieme…se ai nostri figli dimostriamo che le conseguenze, delle nostre posizioni(sopraffazioni e abusi di potere), sono ottenute con la schiena dritta.. non è UNA SCONFITTA.. è una grande vittoria dell’ONESTA ‘che forse non ti paga.. ma che mantiene intatta la TUA DIGNITA’ di UOMO! non sei SERVO… sarai sempre LIBERO anche dietro le sbarre.. o buttato tra gli ultimi.. in mezzo alla spazzatura! Perciò.. oltre alle parole.. si dovranno ricostruire dei CONCETTI.. con una sostanziale CURA delle nostre coscienze(sempre per parlare di preti e loro ruoli fondamentali nell’EDUCAZIONE). Ho un solo rammarico… che non sono più molto giovane… e forse il contributo che fin qui dato, buttato nella spazzatura… dovrà mantenersi costante.. affinché si crei quell’atmosfera di RINNOVO culturale e Spirituale, che si è reso più che mai NECESSARIO! FORZA GIOVANI.. siamo con voi.. ciascuno faccia la sua parte e che DIO ci aiuti tutti!.

Lascia un commento