#Omelia 1

0

La Messa delle 10 della domenica mattina, nella parrocchia di Casnigo, è particolare rispetto alle altre, in quanto si svolge alla presenza di bambini ed adolescenti che poi, al termine della funzione, andranno a catechismo. Per questo motivo la Chiesa è gremita e le canzoni che intervallano la funzione sono accompagnate dal suono della chitarra, per rendere più piacevole il tutto. Domenica scorsa il predicatore, dopo la lettura  di un testo del Vangelo secondo Matteo, letto “in forma breve per poi dedicarsi alla meditazione”, si è rivolto direttamente ai credenti presenti in Chiesa, in particolar modo ai bambini. Cercando di richiamare la loro attenzione sul testo che hanno appena sentito, utilizza il metodo delle domande-risposte, invitando a rispondere ad alta voce per farsi sentire da tutti. Si richiama il salmo responsoriale, in particolar modo la frase “beato chi cammina nella legge del Signore”. Cerca di far riflettere sul significato di questa frase e sulla sua attualità: “La legge del Signore esiste? Dove la troviamo? Gesù l’ha cancellata? Secondo voi questa legge del Signore quanto dura?”. I bambini rispondono in coro e alla fine il predicatore fa una sorta di “mini riassunto” dell’omelia: “Oggi abbiamo imparato che la legge del Signore dura per sempre, fino alla fine dei secoli”, cercando di collegarla alla vita quotidiana: “Se la mettiamo in pratica, compreso il vostro don, viviamo bene o male? Bene, esatto: siamo già in Paradiso”. Invita i bambini ad annotare in un loro quaderno personale il “messaggio” di ogni domenica, ricordando quello appena appreso.

Share.

Lascia un commento