Giovani volontari per un anno, accanto ai più poveri: una possibilità e una sfida

0

Volontari accanto ai più fragili, una lezione di vita. Un anno di volontariato sociale per 160 giovani dai 18 ai 28 anni, italiani e stranieri, appartenenti a dieci diocesi lombarde: si tratta del progetto “Contaminazione – Anno di Volontariato Sociale” (Adv), promosso e realizzato dalla Caritas Delegazione Lombardia con il sostegno del Gruppo Ubi Banca. Il progetto si pone come una proposta alternativa e complementare al Servizio Civile, “un’ulteriore occasione per poter vivere l’incontro con il povero, nella gratuità e nel servizio, in un cammino formativo di discernimento e di crescita per i giovani che lo scelgono”.
“Ognuno di noi conta… ogni azione, per quanto piccola, è importante… un’azione, vissuta con spirito di carità e di giustizia, “tira l’altra” e contamina anche gli altri! È la voglia di esserci, di partecipare e di contare, di investire del tempo nell’aiuto e nel servizio agli altri, di mettersi alla prova e conoscersi meglio aprendosi a nuove relazioni”: queste le frasi-slogan per presentare l’Adv.
Un progetto con un occhio di riguardo sia per i giovani, sia per il territorio sul quale viene svolto: per quanto riguarda i giovani, si vuole far conoscere loro un volto di Chiesa che “non è solo in chiesa”, proponendo stili di vita personali e comunitari fondati sul Vangelo, a partire dalla gratuità; favorire la conoscenza di sé, dei propri limiti e dei propri doni; accompagnarli nella riflessione sul loro progetto di vita; renderli protagonisti attivi del loro servizio ed infine promuovere i valori della giustizia sociale, della solidarietà e della non violenza. Sul territorio si cercherà invece di promuovere la cultura della pace, della non violenza e della cittadinanza attiva; di valorizzare la rete Caritas;  di animare e valorizzare il territorio e, ultimo ma non meno importante,  rilanciare con forza un’attenzione ai giovani come risorsa. Una buona opportunità quindi per chi vuole fare un primo passo nel mondo del volontariato, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità sul proprio territorio. Il servizio di volontariato sociale prenderà il via da settembre e verrà svolto principalmente presso realtà operanti nell’ambito socio-assistenziale a favore di persone in difficoltà quali ad esempio senza fissa dimora, minori a rischio, ragazze madri, anziani non autosufficienti, disabili, tossicodipendenti e carcerati. La richiesta di impegno è stata pensata in modo che vi possano partecipare sia giovani studenti o lavoratori part – time, sia giovani inattivi. Essi potranno infatti svolgere un servizio modulato con un monte ore mensile che può variare, a seconda della loro disponibilità/possibilità, da un minimo di 75 ad un massimo di 120 ore mensili. Ai ragazzi saranno rimborsate le spese documentate per il trasporto, per il telefono e per un pasto, se consumato nelle ore di servizio. E’ inoltre previsto un percorso formativo di gruppo, con appuntamenti sia presso la sede della Caritas Ambrosiana che presso altri centri operativi della Diocesi e anche momenti a livello interdiocesano e regionale. Per tutte le informazioni e per fissare un colloquio orientativo: Sportello di Orientamento al Volontariato di Caritas Ambrosiana, Via S. Bernardino, 4 – Milano Tel. 02/76037300.

Share.

Lascia un commento