Chiara e Francesco: due giovani che decisero di cambiare il mondo

0

Tre incontri da non perdere a Paderno di Seriate (via Po 1). Si comincia stasera: l’invito è un po’ lastminute ma si fa ancora in tempo a partecipare. Ne vale la pena perché al centro di queste serate c’è una bellissima storia, quella di Chiara e Francesco, che potremmo semplificare così: due giovani che decisero di cambiare il mondo.
Chiara e Francesco sono riusciti a trovare tracce di speranza in un’epoca di forti cambiamenti dedicandosi agli ultimi: perché nel volto degli ultimi videro il volto di Dio. Il fascino che ancora oggi esercitano su credenti e non credenti sta nella loro capacità di avere incarnato, in un tempo storico segnato da profondi cambiamenti, la radicalità evangelica. Entrambi sono stati segni profetici di una Chiesa che ha saputo guardare al mondo con attenzione e umiltà, prendendosi cura, in nome della fedeltà al Signore, della fedeltà ai crocifissi e ai marginali della storia.
Nell’ambito di Molte fedi sotto lo stesso cielo ecco un percorso dedicato a queste due straordinarie figure attraverso l’arte e la storia. Questa sera a tracciare la prima pista di approfondimento è Grado Giovanni Merlo, presidente della Società internazionale di studi francescani e docente della Statale di Milano. Il 30 ottobre arriverà Philippe Daverio, noto storico dell’arte, e il 5 dicembre, infine, la scrittrice Dacia Maraini. Tutti gli incontri, ad ingresso gratuito, previa prenotazione del biglietto, si terranno alle 20.30 presso la chiesa di Paderno di via Po 1, a Seriate.
L’incontro di stasera ha come filo conduttore «La perfetta letizia della povertà: Francesco d’Assisi». Nel suo ultimo libro «Frate Francesco», edito da Il Mulino, Merlo descrive l’esperienza umana e religiosa di Francesco, offrendo ai lettori un ritratto semplice e documentato. Non mancano i riferimenti alle sorprendenti strumentalizzazioni politico-ideologiche che intorno alla figura di san Francesco si sono consumate, ieri e oggi.
Giovedì 30 ottobre è la volta di «Chiara e Francesco nell’arte» con Philippe Daverio. Volto televisivo, celebre soprattutto per il suo programma “Passepartout” sulla RAI, ha saputo portare l’amore e la curiosità verso la storia dell’arte nelle case degli italiani. A Seriate lo farà con i due protagonisti della sezione.
Venerdì 5 dicembre, a tracciare il ritratto di una Chiara che è prima donna e poi santa, ci sarà una delle scrittrici italiane più conosciute e tradotte a livello internazionale: Dacia Maraini. «Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza» è il titolo della serata e del suo libro pubblicato nel 2013 per Rizzoli.
Dacia Maraini, nello stesso giorno, al pomeriggio, incontrerà i detenuti nel carcere di via Gleno. La mattinata seguente, sabato 6 ottobre, invece, sarà tra gli studenti del Liceo linguistico Falcone.

Share.

Lascia un commento