Cisano: un percorso di formazione per tre parrocchie

0

«A che cosa possiamo paragonare il Regno di Dio o con quale parabola possiamo descriverlo? Esso è come un granellino di senapa che, quando viene seminato per terra, è il più piccolo di tutti i semi che sono sulla terra; ma appena seminato cresce e diviene grande più di tutti gli ortaggi e fa rami tanto grandi che gli uccelli del cielo possono ripararsi alla sua ombra (Mc 4, 30-32)».
Inizia così l’introduzione del testo riguardo «La catechesi degli adulti nella comunità cristiana» redatto nel 1990 e che sintetizza la sessione plenaria del 1988 del «Consiglio internazionale per la catechesi» che studiò quel tema. «Questa parabola – continua – compendia con incisività i tratti fondamentali della catechesi degli adulti: la finalità ultima e radicale (l’avvento definitivo del Regno), insieme l’energia del tutto trascendente che la sorregge, la necessaria collaborazione cui l’adulto è chiamato, gli effetti straordinariamente positivi per la vita sua e degli altri». Prosegue: «La catechesi degli adulti attinge perciò nel Vangelo di Gesù la propria ispirazione, il proprio coraggio, la propria gioia». Un momento formativo importante, quindi, che si svolge anche nelle parrocchie e in altre comunità ecclesiali della diocesi di Bergamo. Tra queste c’è Cisano Bergamasco, che dal 5 ottobre è Unità Pastorale delle parrocchie di San Gregorio, Santo Stefano, San Zenone in Cisano Bergamasco.
«Nel gruppo ci sono 60-70 persone dai 30 anni in su che arrivano dalle tre parrocchie: sono qui da tre anni ed è sempre stato così numeroso» spiega don Roberto Gallizioli, parroco e responsabile dell’unità pastorale. «Il cammino di formazione – prosegue – si svolge per una volta a settimana durante il tempo di Avvento e di Quaresima. Poiché a Cisano si segue il rito ambrosiano, siamo già al terzo incontro». L’itinerario di quest’anno ha per tema «Donne e uomini capaci di Eucaristia», come il titolo della lettera per l’anno pastorale 2014-2015 del Vescovo Francesco Beschi. Un testo che mostra «la continuità con il cammino iniziato lo scorso anno con “Donne e uomini capaci di Vangelo” che ha aperto il percorso triennale di attenzione alla catechesi degli adulti – si legge nella presentazione sul sito della Diocesi di Bergamo – Tale cammino continua e sfocia nell’itinerario formativo biennale promosso dall’Ufficio Catechistico per i catechisti degli adulti».
«Il percorso che propongo – continua don Roberto – prevede anche l’utilizzo di un documento powerpoint con delle slide che intrecciano due riferimenti: da una parte i temi dell’itinerario diocesano dal titolo “Un cuor solo e un’anima sola” e dall’altra alcuni riferimenti del Catechismo degli Adulti “La verità vi farà liberi”. Questo caratterizza il primo grande momento, il secondo invece è il confronto in piccolo gruppo». Nello specifico: «Gli incontri iniziano con una preghiera, in seguito, per 30/45 minuti presento il contenuto della serata, anche con l’aiuto delle schede multimediali – spiega il parroco – poi si passa al lavoro di gruppo, cioè un confronto di 30 minuti, anche con l’uso di fotografie, che aiutino la riflessione e suscitino il dialogo, infine si termina con la preghiera». Ogni ultimo incontro dei periodi forti è diverso: o confessione comunitaria o solo preghiera. «È un cammino di formazione cristiana, di condivisione e di riflessione – conclude don Roberto – si trattano temi della catechesi e si approfondiscono i riferimenti dati dalla diocesi. E la risposta è positiva, c’è partecipazione e un desiderio comune di approfondire la propria fede».

Share.

Lascia un commento