Al Festival di San Pellegrino la poesia è fragrante come il pane

0

«Fare Pane con il Sole, con il Mare, con il Monte, con la Mente, con il Cuore»: incomincia così la poesia che Pietro Formentini, scrittore e poeta emiliano, ha scritto in omaggio alla quinta edizione del Festival di Poesia per e dei bambini di San Pellegrino, che quest’anno ha appunto come tema il pane. La manifestazione è diventata negli anni un bell’esempio di promozione della poesia, della lettura, della cultura ed è ormai di rilievo non solo locale ma nazionale. Promossa dal Comune è organizzata dal Centro Storico culturale Valle Brembana Felice Riceputi, con il patrocinio e la collaborazione di diversi enti e associazioni del territorio.
Il bando del concorso invita i bambini dalla terza elementare alla prima media a scrivere versi su «Il pane, un dono per ciascuno da dividere con tutti». Una sezione del concorso è dedicata agli adulti, e chiede componimenti poetici dedicati ai più piccoli, sempre sullo stesso tema (dovranno essere originali e inediti). Il termine per la consegna è il 13 dicembre, l’iscrizione è gratuita. I premi sono libri, dotazioni didattiche (per le classi) e opere di poesia in edizioni di pregio (per gli adulti).
A comporre la giuria popolare per le poesie degli adulti in concorso sono alcune classi di dieci scuole del territorio. In queste scuole si stanno già svolgendo attività di laboratorio legate al tema del Festival e in generale alla poesia. La giuria tecnica è presieduta da Giusi Quarenghi, poetessa e scrittrice, e composta da docenti, poeti, giornalisti ed animatori culturali. Come già l’anno scorso ha predisposto un opuscolo con una selezione di testi a tema: si intitola «Pane e poesia» e contiene poesie che vengono proposte nelle scuole con la lettura di Elide Fumagalli. L’opuscolo si propone come uno spunto, per suggerire a ragazzi e insegnanti dei percorsi di approfondimento. L’idea di fondo è, come si legge nell’introduzione, che «attorno alla proposta di poesie sul pane possano nascere anche laboratori in cui raccontare storie e miti sul cibo, preparare il pane, parlare delle proprie preferenze ed esperienze alimentari, scoprire la storia e la geografia del pane e del cibo». Le classi giuria lavoreranno sul testo «Fame di pane» di Giusi Quarenghi e Alessandra Mastrangelo (Slow Food). È in programma anche un interessante spettacolo a tema, «Storie di pane » di Antonio Catalano, che sarà rappresentato per le scuole a Zogno il 13 febbraio e all’Auditorium di Bergamo il 15. Venerdì  28 novembre dalle ore 16,30 alle ore 18,30 presso la scuola media di Zogno Giusi Quarenghi terrà un corso di aggiornamento per docenti sul tema “Fame di pane”. Serata finale il 28 marzo al teatro del Casinò di San Pellegrino. Per informazioni e iscrizioni si può consultare il sito www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival/

Share.

Lascia un commento