Un abito di luci e di colori per Città Alta: il Natale è già qui

0

Si avvicina a grandi passi il giorno di Santa Lucia e la trasformazione di Città Alta in un piccolo, romantico, villaggio di Natale sembra già a buon punto. Luci suggestive, rami di pino, fiocchi e decorazioni nelle vetrine dei negozi. Ma non è solo un – seppur piacevolissimo – «vestito». Fino al 6 gennaio, infatti, Bergamo Alta diventa quest’anno una sorta di laboratorio di coesione sociale, con un calendario ricco di eventi sostenuto da numerosissime realtà. Un villaggio, anche nelle azioni, in cui tutti si impegnano per coinvolgere le persone, per appassionarle a un borgo ricco di storia, di tradizioni, che ha molto da dire sia a chi ci abita sia ai turisti.
Il programma natalizio si riunisce nel tema «Bergamo Alta è il Natale 2014. Una storia vera, tutta da camminare». Un progetto nato per iniziativa di un comitato spontaneo di commercianti e attraverso la Comunità delle Botteghe di Città Alta, patrocinato dal Comune di Bergamo e dedicato a chi in Città Alta vive o soggiorna. Obiettivo comune è valorizzare le atmosfere e i sapori della tradizione.

«Nel periodo natalizio grande sarà l’impegno dell’assessorato alla cultura e del sistema museale del Comune di Bergamo, – sottolinea l’assessore alla cultura di Bergamo Nadia Ghisalberti – grazie alle numerose iniziative proposte dal Museo di Scienze Naturali Caffi e all’apertura straordinaria della casa natale di Gaetano Donizetti. Credo che si tratti di una dimostrazione del percorso di sinergia che commercianti, associazioni, istituzioni culturali e Comune di Bergamo hanno intrapreso anche in frangenti come questo».
La casa di Donizetti apre sabato e domenica 10 – 13 e 15 – 18, da lunedì a venerdì con visite su prenotazione. Il Museo di Scienze propone quattro laboratori a tema (sugli animali, sulle scoperte geologiche, sul Natale nel mondo e sui rettili) nel periodo natalizio, il 28 e il 30 dicembre e il 3 e 4 gennaio (il programma qui). Oltre a queste iniziative (prettamente didattico-museali) per la giornata di giovedì 18 dicembre dalle 17,30 alle 20  verrà organizzato “A luci spente nel Museo!” Iniziativa rivolta ai giovani visitatori che esploreranno il museo con l’ausilio di una torcia elettrica. Alla fine del percorso verrà offerto il tradizionale panettone.
Obiettivo della manifestazione è di condividere l’amore per un territorio che è molto più di una semplice città, attraverso l’alternanza creativa di momenti artistici, ma non solo, tra i quali le visite guidate delle tre associazioni di guide del borgo tra cui citiamo “I segreti di Bergamo Alta”, accompagnati dal farcitore di sogni Paolo Moschini o “Artisti e Ortolani” delle guide Turistiche Città di Bergamo e ancora “Le Natività negli affreschi e nei dipinti delle chiese di Bergamo Alta” con Bergamo su e giù, l’installazione firmata da Enzo Catellani in piazza Mascheroni (nella foto) e dedicata all’esposizione della “Adorazione dei pastori” di Palma il Vecchio offerta dalla Fondazione Creberg, il “Presepe vivente” con gli antichi mestieri dell’alta Valle Brembana (il 10 dicembre) e i laboratori per la produzione della lana di pecora bergamasca. E ancora, il “Festival del Pastoralismo” dedicato ad alpeggi e paesaggi alpini, la scoperta del suono, con la singolare “lezione” ricreata dal Museo delle Scienze Naturali e l’energia e la passione del rock, con il “Concerto natalizio unplugged rock” di Robi Zonca, tutto attorniato dal gustoso street food made in Bergamo, senza dimenticare i presepi di tutto il mondo delle suore del Sacro Cuore.

Il progetto è sostenuto da numerosissime realtà: dal Comune di Bergamo alla diocesi, ma anche, per esempio, l’oratorio del Seminarino, le Suore degli ordini religiosi presenti in Città Città, il Centro missionario diocesano, l’Orto botanico e il Museo di Scienze Naturali, le associazioni Bergamo su e giù , Agiat e Guide Città di Bergamo. Alcuni partner privati offrono il loro sostegno economico. A partire da UBI-Banca Popolare di Bergamo che sostiene tutti gli eventi dedicati ai bambini e prodotti da Gais world: da Babbo Natale che dal 20 al 24 dicembre accompagnerà i bimbi alla scoperta di laboratori e magie natalizie, alle iniziative di solidarietà a favore dei piccoli della missione in Bangladesh fino a Santa Lucia “al contrario”  che, domenica 14 dicembre nel cortile della Chiesina di San Michele, di fianco alla biblioteca A. May, raccoglierà doni dai bambini più fortunati per piccoli orfani di tutto il mondo. Altro impegno quello del Banco Popolare-Credito Bergamasco che in collaborazione con Bellavista  ha permesso di pensare anche all’illuminazione e agli alberi di Natale che, insieme al dono di Catellani & Smith in Piazza Mascheroni faranno di Bergamo Alta un Natale davvero incantato.

In programma anche due notti bianche: giovedì 11 e giovedì 18 dicembre 2014. Ci saranno negozi aperti fino alle 23, goloserie, musiche e affascinanti momenti culturali. Chiese e musei apriranno in versione straordinaria, regalando esperienze uniche ai visitatori nottambuli. Città Alta sarà chiusa al traffico dalle 17, le strade si popoleranno di artisti e musicanti, ci saranno concerti, intrattenimento per bambini e assaggi di specialità gastronomiche.

Share.

Lascia un commento