Il Teatro Donizetti apre alle mascherine: laboratori, giochi e arte per stare insieme

0

Il Carnevale di Bergamo quest’anno è nel segno della partecipazione: il Comune apre le porte del Teatro Donizetti per una grande festa sabato 14, ma coinvolgendo alcuni attori culturali della città, che mettono la loro esperienza a servizio del pubblico. Ci saranno laboratori, giochi, arte, attività destinate ai bambini e alle famiglie. Un modo speciale per scoprire il magico mondo del teatro e tutti i mestieri che gli girano intorno.
Gli spazi che saranno aperti per l’occasione sono il foyer, il Ridotto Gavazzeni, il salone Riccardi, la sala Missiroli, la sala Tremaglia, la ex sala fumatori, lo spazio degli artisti. Bambini, ragazzi, famiglie e adulti potranno entrarci e vivere un momento di gioco e di creatività. Ognuna delle iniziative proposte sarà contraddistinta da un colore. Basterà seguire le indicazioni per trovare ciò a cui si è interessati. Alcune attività saranno a ingresso libero, altre, invece, saranno a numero chiuso su iscrizione per esigenze laboratoriali. Per prenotazioni telefonare al numero 035.399230 (orari: 10.00-13.00 / 14.30-17.30).

LUDOBUS: PIAZZA DEI GIOCHI

Nel ridotto Gavazzeni ci sarà il Ludobus Giochingiro della Cooperativa sociale Alchimia, che darà vita a una vera e propria piazza dei giochi. Il Ludobus, infatti, è un furgone carico di giochi, che offre a tutti, piccoli e grandi, la possibilità di giocare: una vera e propria ludoteca itinerante, gestita da animatori professionisti, per restituire spazio e tempo al gioco. Ludobus Giochingiro consente di interagire con i giochi in modo creativo, personale ed originale. Fra i giochi a disposizione di Ludobus Giochingiro, costruiti in proprio su progetti originali o riprendendo la tradizione italiana ed europea, troverete: giochi di legno, giochi motori, da tavolo, di equilibrio, di mira e di lancio, grandi giochi…! Ludobus Giochingiro fa parte dell’Associazione Italiana dei Ludobus e delle Ludoteche (ALI per Giocare), riconosciuta a livello nazionale e internazionale, impegnata nell’affermazione del diritto al gioco e della cittadinanza attiva. Ha inoltre ottenuto l’importante patrocinio della Provincia di Bergamo. Età: per tutte le fasce d’età Partecipazione: libera.

GIOCHI DA TAVOLO CON I LUDONAUTI

Nella Balconata Ridotto Gavazzeni ci saranno i Ludonauti. La loro proposta prevede animazione ludica con giochi da tavolo. L’attività parte dall’esigenza di codificare ed organizzare la valenza educativa e culturale del gioco da tavolo, attività che richiede concentrazione, attenzione, numeri ridotti che consentono le relazioni sociali. Il tutto facilitato dal divertimento imprescindibile e dal livello di competizione o cooperazione che il gioco richiede. L’attività ha come obiettivi specifici: proporre il gioco da tavolo in chiave educativa con le sue molteplici valenze; costruire aggregazione in un contesto che garantisca benessere, serenità e concentrazione; promuovere un’etica consapevole nel gioco (regole, ruoli, responsabilità, …); proporre una maggiore complessità e profondità di gioco rispetto alle abitudini di gioco più comuni. Età: dai 10 anni in su Partecipazione: libera. Max 30-40 partecipanti

ARTE, TEATRO, CREATIVITA’ E SOGNO

Al Bar della Platea ecco I SOGNI SEGRETI DI KAZIMIR MALEVIČ Arte, teatro e creatività a cura dei Servizi Educativi della GAMeC. Questo laboratorio è condotto da Alessandra Beltrami e Jovica Momcilovič. Alessandra & Jovica propongono in anteprima alle bambine e ai bambini un assaggio della grande mostra antologica dedicata a Kazimir Malevič, che la GAMeC ospiterà nell’autunno 2015. Il laboratorio nasce dalla volontà di far vivere a tutti l’esperienza di travestirsi e trasformarsi, usando come spunto irresistibile la visione di alcune tra le più importanti opere “suprematiste” dell’artista russo. Spintosi oltre il Cubismo di Picasso e l’Astrattismo di Kandinsky, Malevič manifesta una profonda attenzione per il teatro, ed è su questa strada che lo seguiremo! Dopo un’attenta osservazione delle sue opere, armati di colla e forbici, i piccoli partecipanti realizzeranno “abiti” ottenuti da cartone recuperato che metteranno in scena i dipinti dell’artista russo, per dare vita a magici tableaux vivants, che cattureremo con indimenticabili fotografie! Età: 5-11 anni Partecipazione: su iscrizione. Max 20 partecipanti per laboratorio Durata: ogni laboratorio avrà durata di 1 ora Orari: 15, 16, 17.

LIGHT PAINTING, MATITE DI LUCE

Nella Sala Tremaglia ecco LIGHT PAINTING – MATITE DI LUCE a cura dei dipartimenti educativi della Fondazione Bernareggi, laboratorio condotto da Clara Luiselli. Il light painting è una tecnica artistica e fotografica che permette di disegnare con la luce, creando spettacolari effetti semplicemente grazie ad una sorgente luminosa tenuta tra le mani. Un metodo sorprendente inventato nei primi anni ’40, che verrà fatto rivivere in un laboratorio in cui la luce è utilizzata come un pennello per dipingere nell’aria figure legate alla fantasia, che verranno poi fissate in immagini fotografiche. Lo spazio verrà completamente annullato dall’oscurità, per essere poi rimodellato, trasformato e ricreato dalla sola luce che il corpo conduce. Al termine del laboratorio verrà stampata la fotografia di luce della performance di ogni bambino. Età: 6-8 anni. Coppia adulto-bambino Partecipazione: su iscrizione. Max 10 partecipanti per laboratorio Durata: ogni laboratorio avrà durata di 30 minuti Orari:  15, 15.45, 16.30, 17.15.

L’ISOLA CHE NON C’E’, SCOLPIRE I SOGNI

In Sala Riccardi L’ISOLA CHE NON C’È – SCOLPIRE I SOGNI a cura dei Dipartimenti Educativi del Museo Bernareggi, laboratorio condotto da STF L’isola che non c’è: un luogo ideale, frutto della fantasia e dell’immaginario dei bambini. Riflettere su cos’è un luogo, una città, una casa per avventurarsi in un divertente viaggio tra sogni e fantasticherie. Un laboratorio per progettare spazi diversi da quelli reali e plasmare luoghi utopici con una scatola di cartone e un seghetto di plastica. Il risultato finale sarà un arcipelago fantastico che crescerà grazie alla collaborazione di tutti, un’opera collettiva e temporanea che durerà il tempo di un sogno. Età: 8-12 anni. Coppia adulto-bambino Partecipazione: libera

MASCHERE DI RICICLO

Nell’ex Sala Fumatori ci sarà il laboratorio MASCHERE DI RICICLO a cura di Compagnia Brincadera. Un laboratorio per la realizzazione di maschere con materiali di riciclo a partire dall’utilizzo di cassette di legno per la frutta. La compagnia metterà a disposizione le cassette di legno e buona parte del materiale di riciclo, ma i partecipanti sono invitati a portare con sé oggetti vari di recupero (tappi, conchiglie, pezzetti di legno, di plastica, di ferro, semi, corde…). Età: per tutte le fasce d’età Partecipazione: su iscrizione. Max 30 partecipanti Durata: 3 ore. Inizio ore 15.

TRUCCO ARTISTICO NEI CAMERINI

In una zona che il pubblico normalmente non vede, i camerini, un ghiotto laboratorio sul TRUCCO ARTISTICO a cura di Laura Busetti (truccatrice del Bergamo Musica Festival). I bambini e i ragazzi avranno a loro disposizione colori per trasformarsi nel loro personaggio preferito seguendo la propria creatività o con il supporto della truccatrice. Età: per tutte le fasce d’età. Partecipazione: libera.

PICCOLE FIABE ITALIANE PER IL CARNEVALE

In Sala Missiroli, infine, si potranno ascoltare PICCOLE FIABE ITALIANE PER IL CARNEVALE a cura dell’attore Tiziano Ferrari. Come dice Italo Calvino “…Io credo questo: le fiabe sono vere. Sono, prese tutte insieme, nella loro sempre ripetuta e sempre varia casistica di vicende umane, una spiegazione generale della vita.” Una selezione di piccoli racconti a tema carnevalesco da Fiabe Italiane di Italo Calvino, raccontate da uno stravagante cantastorie con l’aiuto delle ombre. Età: dai 4 anni Partecipazione: libera. Max 20 partecipanti per racconto Durata: ogni racconto avrà durata di 15 minuti. Orari: 15, 15.45, 16.30, 17.15.

Il programma completo delle iniziative:

ComuneBergamo_Carnevale15

Share.

Lascia un commento