Ottantamila euro: la campagna del Centro Missionario vince con la solidarietà

0

Ottantamila euro: è stato una grande maratona della solidarietà la campagna di Natale del Centro Missionario Diocesano con Ascom Bergamo “Abita la stella. E il cuore della missione vive in famiglia”, nel periodo di Natale.

Con i fondi raccolti, 80 mila euro in tutto, una cifra molto significativa soprattutto in tempi di crisi come questi, il Centro Missionario potrà realizzare alcuni progetti di aiuto a realtà difficili e bisognose della Terra Santa, dell’Iraq e dell’Etiopia. In particolare, saranno sostenuti con un contributo pari a ventimila euro ognuno il progetto “Tutti a scuola in Terra Santa” in favore delle scuole materne di Gerusalemme est in collaborazione con le suore Comboniane; i giovani alunni di una scuola materna in Iraq attraverso la Congregazione per le Chiese Orientali e il villaggio Tullo in Etiopia dove sono impegnate le Suore Orsoline di Gandino per l’acquisto di generi di prima necessità e assistenza.

Un contributo speciale di cinquemila euro sarà dedicato alla comunità Bambini di strada dell’Arcidiocesi di Manila nelle Filippine, raccogliendo così l’invito alla fraternità rinnovato più volte da papa Francesco.

Il Centro Missionario Diocesano, con la Campagna di Natale 2014, ha inteso guardare anche a tutte quelle famiglie bergamasche toccate da particolari momenti di necessità, donando un contributo pari a cinquemila euro ognuno ad alcune realtà locali impegnate in percorsi di solidarietà, come: Associazione Paolo Belli che a giorni inaugurerà la nuova “Casa del Sorriso” per ospitare i parenti dei bambini ricoverati in ospedale che vengono da lontano; Telaio della missione, associazione che, nata dall’entusiasmo di alcuni giovani come appoggio ai progetti del Cmd, si prefigge di sostenere laboratori etnici attraverso l’artigianato e Comunità Ruah, a sostegno del suo impegno sul territorio. A ciò si aggiunge un contributo pari a novemila euro totali, stanziato in favore di tre missionari bergamaschi: p. Giuseppe Rinaldi, don Mario Cassera e suor Margherita Ravvelli (alla memoria), legato al premio “Papa Giovanni XXIII”.

Il ricco programma di iniziative ha permesso, ancora una volta, di evidenziare la grande generosità dei cittadini di Bergamo che hanno partecipato con entusiasmo e generosità alla campagna, intervenendo con calore nei luoghi e nei modi scelti per le singole iniziative anche grazie al contributo offerto da Credito Bergamasco, Banca e Fondazione, Distretto del Commercio Bergamo Centro, Federazione Commercianti Ambulanti Bergamaschi, Consorzio Artigiani Pasticceri Bergamaschi, ASPAN, SIAD, Aeroporto internazionale Orio al Serio, Seriopalst, Tenaris Dalmine, AcquaLissa, Zanetti spa, Naturalmente, ATB-TEB, Fondazione Percassi, Cotonificio Albini e dai numerosi e sempre presenti volontari.

Forte anche la partecipazione al concerto di Natale, diretto dal maestro Christian Serazzi e trasmesso dalla Basilica di Sant’Alessandro in colonna in streaming in tutte le missioni della Diocesi di Bergamo.

Share.

Lascia un commento