Quanti mostri, anzi «Moztri» in scena ad Albino!

0

Quanti mostri, anzi «Moztri» compaiono a tradimento nella vita di un bambino? Lo racconta uno spettacolo fantasioso e fiabesco della compagnia Luna e Gnac in scena domenica 1 marzo alle 16 all’auditorium “Mario e Benvenuto Cuminetti” di Albino. In scena disegni dal vivo e ombre (adatto a bambini dai 5 anni in su).
In scena la storia di Tobia, un bambino di poche parole, che ama stare solo e soprattutto che ama disegnare mostri. Cinzia e Augusto, i suoi genitori, si disperano per il fatto di avere un figlio così difficile. Tobia è un bambino che non riesce a concentrarsi, che fatica a prendersi delle responsabilità e che vive delle sue fantasie. Un bambino con un “punteggio basso”, secondo gli standard educativi della maestra. Ma Tobia è anche un bambino ricco e pieno di risorse che, attraverso i suoi disegni, ci apre le porte del suo mondo interiore e ci mostra la meraviglia del suo immaginario. Il filosofo Gaston Bachelard la chiama “rêverie”: la capacità immaginativa di abbandono alla fantasia e ai sogni ad occhi aperti. È una risorse dal grande valore conoscitivo e non un deficit di realtà. Riconoscere e concedere il tempo della rêverie a un bambino o a un ragazzo, non è cosa da poco, è una qualità della conoscenza che pochi adulti posseggono, una forma di fiducia e rispetto verso il farsi di un’identità che è dovuta. E allora: Riuscirà Tobia a farsi capire dai grandi? Ci sono adulti che hanno voglia di ascoltare i sogni delle bambine e dei bambini? E come sarebbe il nostro mostro se Tobia ci mettesse una matita in mano? «Disegno mostri – dice lui – perché mi fanno compagnia. Disegno mostri perché non sono razzisti, mangiano tutti. Disegno mostri perché è difficile che il disegno di un mostro venga male. Disegno mostri per non fare annoiare i fogli con i soliti disegni».
La regia è di Carmen Pellegrinelli. Sul palco Michele Eynard e Federica Molteni. Prossimo e ultimo spettacolo della rassegna albinese sarà domenica 22 marzo con il comico «Fiatone – Io e la bicicletta, che sarà anche la festa finale della rassegna (e si invitano tutti gli spettatori ad andare a teatro in bicicletta). Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 16. Costo del biglietto unico: 5 euro (adulti e bambini dai 3 anni. Apertura botteghino dalle ore 15,15).Prenotazioni: lunaegnac@gmail.com e 3343570763. Informazioni e programma dettagliato degli spettacoli: www.lunaegnac.com.

Share.

Lascia un commento