I Focolari ricordano Chiara Lubich. Aperta la causa di beatificazione

0

Il Movimento dei Focolari, nel settimo anniversario dalla morte della sua fondatrice, la serva di Dio Chiara Lubich, comunica con gioia che sarà celebrata una Messa sabato 14 marzo 2015, alle 18.30, nella Chiesa di San Francesco in viale Venezia a Bergamo. A presiederla sarà monsignor Francesco Beschi, vescovo di Bergamo. Quest’anno, a rendere particolarmente significativa questa ricorrenza è la condivisione con la Chiesa in Bergamo della nostra gioia per l’apertura ufficiale del «Processo sulla vita, virtù, fama di santità e segni» di Chiara Lubich, ovvero della causa della sua beatificazione aperta, nella Cattedrale di Frascati (Roma), martedì 27 gennaio 2015, da monsignor Raffaello Martinelli.
L’iter per l’avvio della Causa era iniziato il 7 dicembre 2013, settantesimo della fondazione dei Focolari, con la presentazione della richiesta formale al vescovo di Frascati da parte della presidente Maria Voce. Si dava voce a quanti avevano espresso l’augurio che tale domanda fosse presentata, allo scopo di accrescere in molti l’impegno spirituale e morale per il bene dell’umanità.
In una cattedrale gremita e una diretta internet seguita da oltre 18.000 punti di ascolto nei cinque continenti, è stato letto il messaggio di Papa Francesco che ha voluto ricordare «il luminoso esempio di vita della fondatrice del Movimento dei Focolari» a quanti «ne conservano la preziosa eredità spirituale» e invocando «abbondanti doni su quanti sono impegnati nella postulazione ed esorta a far conoscere al popolo di Dio la vita e le opere di colei che, accogliendo l’invito del Signore, ha acceso per la Chiesa una nuova luce sul cammino verso l’unità». Tra i partecipanti erano presenti cardinali, arcivescovi e vescovi; numerosi gli esponenti di movimenti e associazioni, cattolici e ortodossi. Presenti anche fedeli musulmani e buddisti. Da Trento, città natale della Lubich, una rappresentanza delle istituzioni civili, così come da Frascati, Rocca di Papa e dai comuni limitrofi che l’hanno avuta concittadina. La cerimonia, iniziata alle 16 con la recita dei Vespri, è proseguita con la sessione di apertura dell’inchiesta diocesana. A conclusione della celebrazione la parola è andata alla presidente dei Focolari, Maria Voce.
Nel suo saluto ha tratteggiato il dono che Chiara Lubich è stata per tanti: «Accogliendo il carisma che Dio le dava, Chiara si è profusa perché questa via di vita evangelica fosse percorsa da molti, in una determinazione sempre rinnovata ad aiutare quanti incontrava a mettere Dio al primo posto e a “farsi santi insieme”. Il suo sguardo e il suo cuore erano mossi da un amore universale, capace di abbracciare tutti gli uomini al di là di ogni differenza, sempre proteso a realizzare il testamento di
Gesù: “Ut omnes unum sint”. Ha voluto ricordare anche il gruppo delle prime e dei primi compagni della Lubich «che hanno permesso fin dal primo momento di testimoniare la bellezza e la possibilità di percorrere insieme, in unità, il cammino verso l’unica meta». Concludendo, diceva: «Attenderemo con umiltà il sapiente giudizio del Santo Padre e chiediamo a Dio, solo per la sua gloria e per il bene di molti che, con l’eventuale riconoscimento dell’esemplarità di Chiara, l’umanità e la storia possano conoscere nuovi sviluppi di pace, di unità e di fraternità universale». Molti gli echi e i commenti suscitati dall’apertura della Causa riguardante la figura di Chiara Lubich. Come ogni anno in questa data, in ogni parte d’Italia e del mondo, fioriscono tante iniziative, le più varie, per ricordare la nascita al cielo di Chiara Lubich. In Lombardia in ricordo di Chiara Lubich sono molte le Celebrazioni Eucaristiche di ringraziamento che verranno celebrate. Di seguito ne riportiamo alcune: a Brescia, al Centro Pastorale Paolo VI, la celebrazione sarà ufficiata venerdì 13 alle 19.45 dal Vescovo Monari. Nel Duomo di Crema, la Messa per Chiara sarà celebrata sabato 14 marzo alle 18. Nella Chiesa di san Francesco a Bergamo, il Vescovo Francesco celebrerà sabato 14 alle 18.30, incontrandosi poi con la comunità presente in diocesi per condividerne le esperienze. A Manerbio, la comunità ricorda Chiara con un convegno per raccontare la storia, le esperienze e le testimonianze della presenza del Movimento in quel territorio e nel mondo sabato 14 alle 15. Seguirà la Celebrazione Eucaristica alle ore 18.30. Tra le iniziative culturali, segnaliamo a Cremona sabato 14 marzo alle 17 al Centro pastorale diocesano il convegno “Dialogo tra armonia e bellezza”, una lettura originale del Carisma dell’Unità attraverso alcuni capolavori dell’arte europea a cura del professor Mario Dal Bello. L’evento internazionale: «Chiara Lubich: l’unità e la politica» dedicato all’approfondimento delle prospettive che emergono oggi per la politica dal messaggio di unità della Lubich, propone una riflessione ampia con eventi in più di venti Paesi dei vari continenti in occasione del 7º anniversario della sua morte. Tre i temi di riflessione alla luce delle principali idee forza del pensiero della Lubich: “Una politica che ne valga la pena”, “Fraternità o solidarietà?”, “Tra globale e universale”. Il primo avrà luogo a Roma, a Montecitorio, il 12 marzo 2015 che sarà possibile seguire in diretta sul sito ufficiale dell’evento internazionale www.politicsforunity.com. Questo evento internazionale, verrà proposto anche a Mantova, sabato 14 marzo alle 15.30, all’Università (Sala Mantegnasca) in via Scarsellini,2.

Share.

Lascia un commento