Da Hannah Arendt ad Alessandro Manzoni: l’intenso weekend di Fiato ai Libri

0

Fiato ai libri sta preparando un fine settimana intenso e interessante di letture e spettacoli in diversi paesi della Bergamasca. Domani, 17 settembre, fa tappa a Treviglio all’oratorio comunale di Piazza Garibaldi, alle 20,45: in programma un testo forte e denso, «La banalità del male» di Hannah Arendt, letto dalla voce di Paola Bigatto (Genova).
La storia: Otto Adolf Eichmann, catturato in un sobborgo di Buenos Aires la sera dell’11 maggio 1960, trasportato in Israele nove giorni dopo e tradotto dinanzi al Tribunale distrettuale di Gerusalemme l’11 aprile 1961, doveva rispondere di 15 imputazioni quale uno dei maggiori responsabili della morte di milioni di ebrei.  L’autrice assiste al dibattimento in aula e ne parla negli articoli scritti per il “New Yorker”. Il Male che Eichmann incarna appare nella Arendt “banale”, e perciò tanto più terribile, perché i suoi servitori sono grigi burocrati.
Sarà un grande classico il protagonista della serata di venerdì 18 settembre a Sarnico: «I promessi sposi». Appuntamento alle 20,45 al parco Stella Maris in via Predore, 2 e in caso di pioggia all’Auditorium Comunale di via Roma, 52. In scena Ferruccio Filipazzi, accompagnato dal canto di Elena Borsato, Miriam Gotti e Ilaria Pezzera. « Nel romanzo – dice Filipazzi nella presentazione dello spettacolo – miserie umane e tensioni morali, piccole vicende e grandi affreschi: la peste, i tumulti popolari e i grandi rivolgimenti della Storia. La sfida sarà, in poco più di un’ora, filare, intrecciare, dipanare, lacerare… E così ho chiesto la collaborazione di tre voci capaci di essere coro, sussulti, esplosioni, narrazione, musica».
Sabato poi incomincia la rassegna «Junior» con «Ortaggi all’arrembaggio» uno spettacolo presentato dai Filodirame (Palazzolo sull’Oglio), con la voce di Marco Ped Razzetti e la chitarra di Mario Pontoglio. Lo spettacolo si svolge a Pedrengo nel cortile della Biblioteca di via Giardini 4 e in caso di pioggia nella sala polivalente dell’oratorio in via De Gasperi 2. La storia: Capitan Sputacchio, temutissimo pirata, e la sua ciurma di pirati, stanchi di viaggiare e senza più energie per gli assalti, decidono di fermarsi su un’isola particolare, l’isola di Verdurandia. Lì finalmente si riposano e piano piano iniziano a coltivare un orto! Ma i pirati, che di orto non sanno molto, non dimenticano la loro indole selvaggia e ripartono presto per nuove avventure, portando però con sè gli ortaggi tanto preziosi. Un’avventura tra cibo e avventure, che vi divertirà e magari… vi farà venire anche un po’ di acquolina! Adatto a bambini dai 5 anni in su.
Sabato sera, infine, la rassegna si sposta a Gorle, all’auditorium della Biblioteca Comunale di via Marconi 5: alle 20,45 va in scena Autobahn, tratto dalla raccolta «Altri libertini» di Pier Vittorio Tondelli, con la voce di Mattia Fabris (Milano) e la chitarra di Massimo Betti (nella foto di apertura del post). La storia è semplicissima: un uomo che, “in groppa” alla sua fiat 500, in una notte di scoramenti e depressioni,  decide di partire per un viaggio in autostrada diretto verso il Mare del Nord. Ed è tutto.
Quel viaggio, pieno di incontri poetici  surreali, narrato col ritmo di una melodia irresistibile diventa subito metafora di libertà e leggerezza. E su tutto c’è il tema della strada, in tutte le sue accezioni: asfalto, luogo sociale, e soprattutto… metafora di identità. Qual è dunque la “nostra strada”? Tondelli, con la sua scrittura poetica, naif, quanto mai ironica e musicale ci da la sua risposta: qualunque sia la nostra strada andrà bene. Perché è la nostra e allora per usare le sue parole:  «naso all’aria e viaaaa! incontro all’avventura!». Tutte le letture sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

Entrambe le rassegne sono organizzate e promosse dal Sistema Bibliotecario Seriate – Laghi in collaborazione con il Sistema bibliotecaria della Bassa Pianura Bergamasca, con la libreria Spazio Terzo Mondo per Fiato ai Libri e la compagnia Luna e Gnac Teatro di Bergamo per Fiato ai Libri Junior. Sono realizzate con il contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus, del Sistema culturale integrato della Bassa pianura Bergamasca, dell’Ambito territoriale di Seriate e di No Slot e grazie a Ubi – Banca Popolare di Bergamo, Coop Lombardia, alle aziende Montello e Sorint.lab, Castello degli Angeli e Isng – Rfid per la tua biblioteca. La direzione artistica di Fiato ai Libri è affidata a Giorgio Personelli della libreria Spazio Terzo Mondo di Seriate e quella di Fiato ai libri Junior a Federica Molteni della compagnia Luna e Gnac Teatro di Bergamo. Info su www.fiatoailibri.altervista.org e www.fiatoailibrij.altervista.org.

 

Share.

Lascia un commento