Arriva la community del Santalessandro: partecipa anche tu, #regalaciltuosguardo

0

Da qualche giorno sulla copertina dei nostri account social su Twitter, Facebook, Google Plus e il neonato Instagram è comparsa una nuova immagine fatta di sguardi, ognuno dei quali ha un suo colore, accompagnata dallo slogan «Slow news, real views». È il modo che in redazione abbiamo trovato per definire lo stile del Santalessandro, quello di chi si mette in ascolto, guarda, e regala a chi legge un punto di vista, senza preoccuparsi di rincorrere le notizie, perché molti altri lo fanno già meglio e con più mezzi e forze di noi, ma cercando di aprire lo sguardo, di pensare, di guardare oltre.
«Slow news», quindi, lento, perché ci prendiamo il tempo di scegliere e di riflettere, per poter offrire un pensiero, a volte anche «spesso», in controtendenza rispetto ai testi brevi e ai consumi veloci. «Real views» invece riflette un certo modo di fare, quello di ospitare punti di vista diversi di persone vere, nei nostri «Sguardi»: il Diario di un prete, la Posta di Chiara, le Lettere dalla fine del mondo e ora la nuova rubrica di Nando Pagnoncelli «Vedere oltre». Arriveranno altri sguardi, e proiettiamo su questo orizzonte un desiderio: quello di catturare il vostro, di riuscire a far emergere ciò che di bello e di interessante accade nelle comunità della diocesi di Bergamo, ma anche ciò che fa discutere, che innesca un confronto positivo e costruttivo tra le persone, un dibattito che tenda al futuro. Da qui l’idea dell’hashtag, #regalaciltuosguardo, che sta già circolando da qualche settimana anche al di fuori del mondo virtuale, sui segnalibri che forse qualcuno di voi ha notato ai convegni diocesani oppure agli incontri di Molte fedi sotto lo stesso cielo. Ci prepariamo a fondare la nostra community, fatta di persone che abbiano il desiderio di condividere con noi uno sguardo: uno scatto, un’istantanea che racconti un momento di vita. Una festa, un incontro, un gruppo, un’associazione, una comunità, una questione che vi sta a cuore. Le immagini saranno riprese sul sito, diventeranno storie da raccontare, saranno occasioni di condivisione a partire dai canali social: ci piacerebbe costruire una comunità allargata che abbia come filo conduttore la passione per il racconto, la condivisione delle esperienze, il pensiero, la riflessione, con l’impegno di posare uno sguardo cristiano sulla realtà. Partecipa anche tu.

Leggi l’invito e se ti piace fallo circolare: lettera community

Share.

Lascia un commento