Pasticcio al museo: a Lallio un’operina per bambini tra arte, musica e cibo

0

C’è un bambino goloso e grassottello che, durante una visita scolastica ad un museo, s’imbatte nelle tavole imbandite raffigurate nei quadri appesi alle pareti delle sale espositive. Ne viene completamente assorbito. C0sì la pittura lo porta attraverso una serie di strane avventure a carattere alimentare, in un mondo popolato da creature bizzarre quanto inaspettate. È la trama dell’operina per bambini «Pasticcio al museo», in scena domenica 31 gennaio alle 15,30 a Lallio nel salone dell’oratorio Santo Stefano. L’operina è scritta da Alessandro Bottelli con le musiche di Teresa Procaccini. Protagonista della serata è l’attrice Federica Cavalli, già interprete della prima rappresentazione, avvenuta con grande successo di pubblico e critica durante l’edizione 2013 di BergamoScienza. Pasticcio al museo è arricchito inoltre dalla proiezione di una settantina di tavole originali a colori realizzate dal grafico e disegnatore bergamasco Massimo Arzuffi e dai gustosi copricapi in stoffa di Elena Zanini.

Così scriveva il critico musicale Luigi Radassao in occasione del debutto dello spettacolo: «Quest’opera senza canto è il frutto della collaborazione tra il poeta e scrittore Alessandro Bottelli, autore di numerosi spettacoli poetico-musicali e di testi per musica, e Teresa Procaccini, compositrice nota per l’ampia produzione musicale, che annovera molte creazioni dedicate all’infanzia. Eminentemente didattico, in apparenza, il fine compositivo: il lavoro nasce, infatti, con l’esplicito obiettivo di sollecitare, in modo simpatico e divertente,  l’attenzione del pubblico più giovane verso argomenti quali il sovrappeso, le diete, il valore nutritivo dei cibi, la fame e le sue drammatiche conseguenze, filtrandoli però attraverso l’inesauribile confronto con quell’immenso serbatoio di stimoli rappresentato dal nostro patrimonio artistico e culturale». Nata a Cerignola nel 1934, Teresa Procaccini, diplomata in pianoforte, organo e composizione, è stata direttrice del Conservatorio di Foggia ed insegnante di composizione al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Vastissima è la sua produzione, che conta più di duecento composizioni: concerti per strumento solista e orchestra, pagine pianistiche e musica per ragazzi (operine didascaliche, fiabe musicali con voce recitante, canti per coro di voci bianche), ma anche commenti musicali per il teatro e per la Rai. Alessandro Bottelli, dopo una prima formazione a carattere musicale (pianoforte, organo, composizione), si è dedicato prevalentemente alla scrittura, intensificando le collaborazioni con quotidiani e periodici a diffusione nazionale (Avvenire, Il Mattino). E’ autore di numerosi e originali spettacoli poetico-artistico-musicali, di testi per musica di argomento sacro (inni, cantate, oratori) e profano (operine per ragazzi), di raccolte in versi e racconti più volte premiati in concorsi letterari. Sue poesie sono state musicate da importanti compositori, tra i quali ricordiamo Ennio Morricone, Carlo Pedini, Alberto Colla, Carlo Galante, Paolo Ugoletti, Giancarlo Facchinetti, mons. Giuseppe Liberto e dalle compositrici Teresa Procaccini, Biancamaria Furgeri, Ada Gentile, Carla Rebora. Con le Edizioni Carrara ha pubblicato Il dono delle nuvole, otto piccole preghiere-giocattolo per coro di voci bianche e pianoforte, su musiche di Fabio Locatelli. L’ingresso allo spettacolo è libero.

Share.

Lascia un commento