La storia di Luca Ongaro di Casnigo: “Ho riscoperto la fede”. Dal viaggio a Medjugorje al film “In fondo alla salita”

0

Emanuele è un ragazzo come tanti, vive una vita di trasgressioni, così come molti suoi coetanei. Un giorno la madre, malata, gli chiede di recarsi a Medjugorje per acquistare l’unico farmaco che potrà salvarla: la Gospa. Il figlio, che non sa nulla di Medjugorje, parte insieme a don Pietro, accompagnato da Luca e da una ragazza speciale. La ricerca della medicina miracolosa lo porterà ad inaspettati incontri ed esperienze. E’ la trama del film “In fondo alla salita” del regista Simone Visentini che vedrà la luce a partire dal prossimo giugno e le cui storie narrate ruotano attorno alla figura della Madonna di Medjugorje, che ha cambiato la vita dei protagonisti. Tra gli attori del cast scelti, Luca Ongaro, 22 anni, di Casnigo, sulla sedia a rotelle sin da piccolo e molto attivo nelle attività parrocchiali del suo Paese, la cui vita ha avuto una svolta nel 2010, proprio con un viaggio a Medjugorje: “L’idea del viaggio a Medjugorje è nato per curiosità: ci sono andato insieme ad alcuni miei amici, ero un cristiano molto tiepido – racconta Luca – Non pregavo, non mi confessavo, ma durante la permanenza in quel posto qualcosa stava per accadere: ho sentito una voce femminile, molto soave, che mi incoraggiava ad andare avanti. Ero sulla collina delle apparizioni, ho iniziato a pregare con in mano la corona del santo rosario”. Al ritorno del viaggio, Luca comincia ad attivarsi nella vita parrocchiale, chiedendo al parroco don Giuseppe Berardelli di poter creare un gruppo di preghiera: “Sono anche catechista ai bambini della seconda elementare”. Per quanto riguarda il film aggiunge: “L’attore Emanuele Marzani mi ha contattato due anni fa tramite Facebook. Sono emozionato di poter partecipare”. Il legame con Medjugorje continua: Luca vi si reca ogni anno. Oggi, domenica 13 marzo, insieme ad altre persone racconta questa sua esperienza di conversione e rinascita durante l’incontro “Dalle tenebre alla luce: testimonianza di un cammino ritrovato”. L’incontro avverrà alle 15 nella Chiesa di San Giovanni Battista. Tra i testimoni Giacomo Celentano, secondogenito del celebre cantante, Roberto Bignoli, cantautore e vincitore di diversi premi musicali a carattere religioso, Chiara Zoccante, malata di un grave tumore all’ipofisi e guarita grazie all’intercessione di Maria, l’attore ed ideatore del film in programma Emanuele Marzani e il regista Simone Visentini ed infine la bergamasca Gabriella Belotti, che ha riscoperto la fede dopo un viaggio a Medjugorje.

10584389_10208276747903715_1862240675_o

Share.

Lascia un commento