PiacentiniAmo: alla scoperta del centro di Bergamo con i ragazzi delle scuole

0

Raccontare la storia del “salotto” di Bergamo a centinaia di ragazzi delle scuole elementari e medie della città e della provincia attraverso visite guidate: è questa, in sintesi, la proposta di PiacentiniAMO, iniziativa che in questi giorni inaugura la sua seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. Tutti i martedì, i mercoledì e i giovedì mattina di aprile, in due turni (dalle 9 alle 11 e dalle 10 alle 12), le scolaresche che si sono prenotate – finora una ventina di classi per circa 700 iscritti – potranno scoprire i luoghi del Centro Piacentiniano in modo inedito, entrando in luoghi che di solito non sono facilmente accessibili (come il Teatro Donizetti di mattina) e scoprendone le caratteristiche e il passato attraverso la voce delle guide, foto e filmati. Il tour culturale ricalca il percorso del 2014, con l’aggiunta della Torre dei Caduti, riaperta da poco grazie a Banca Popolare di Bergamo e fruibile con i suoi 188 gradini fino al punto più alto: tra gli altri edifici ci sono il palazzo della Banca d’Italia, la Camera di Commercio, il blocco che si affaccia sul Sentierone e il già citato Teatro Donizetti.
PiacentiniAMO nasce da un’idea di Immobiliare Fiera, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico della Lombardia e Banca Popolare di Bergamo: l’auspicio di tutti gli enti è che questa iniziativa possa essere un mezzo per valorizzare questa centralissima zona della città. Spesso, infatti, i turisti che arrivano a Bergamo vanno direttamente verso Città Alta, mentre anche la zona dove un tempo si teneva la fiera di S. Alessandro meriterebbe più attenzione, non solo come punto di “passeggio”. Coinvolgere le scuole – a cui viene garantita la gratuità totale delle visite e dell’eventuale servizio navetta per le classi provenienti dalla provincia – è stata una scelta precisa, confermata dopo il buon riscontro del 2015. «Vivere il centro» è un modo efficace, come è stato sottolineato durante la conferenza stampa di presentazione, «per riconoscersi come comunità, anche per bambini e ragazzi stranieri».
Per iscriversi (c’è ancora qualche posto disponibile) si può consultare il sito www.immobiliaredellafiera/piacentiniamo, compilando il form apposito.

Share.

Lascia un commento