La finestra sul cortile: i mercoledì da leoni di Esterno Notte partono da Hitchcock

0

Un fotoreporter. L. B. Jeffries (James Stewart), abituato ad una vita avventurosa, si trova momentaneamente costretto su una sedia a rotelle a causa della frattura di una gamba. Nella calda estate newyorkese, per passare il tempo, comincia a osservare i vicini di casa poi, sempre più incuriosito, a scrutarne i comportamenti con il teleobiettivo della sua macchina fotografica. Succede così che, prima lui e poi anche la sua fidanzata Lisa (Grace Kelly) si convincano che il loro dirimpettaio, Lars Thorvald (lo interpreta Raymond Burr, il futuro Perry Mason televisivo), abbia ucciso la moglie e fatto sparire il corpo. Ad un certo punto però, Thorvald si accorge di essere spiato e passa al contrattacco. Inizia così “La finestra sul cortile” (Rear Window, 1954) uno dei più celebri film e forse il capolavoro di Alfred Hitchcock. Il film viene presentato mercoledì 22 giugno, primo di undici appuntamenti con il cinema classico, proposto da “Un mercoledì da leoni”, la sezione dei classici di Esterno Notte, la rassegna di cinema all’aperto organizzata da Lab 80 nel cortile della biblioteca Caversazzi in via Tasso a Bergamo. Ogni mercoledì, quindi, la sezione che è organizzata da Bergamo Film Meeting, in collaborazione con Lab 80 film, Comune di Bergamo e Bergamo Estate 2016, proporrà undici capolavori della storia del cinema che sono diventati dei veri e propri cult movie (Info: www.bergamofilmmeeting.it/mercoledi-da-leoni-2016- Ingressi: intero euro 5, ridotto soci Lab 80: euro 4. Carnet 5 ingressi: euro 16, riservato ai soci Lab 80). Posto che sarebbero tutti da vedere, ne segnaliamo almeno qualcuno. Le nostre simpatie vanno sicuramente ai due film dell’attore e regista francese Jacques Tati che verranno riproposti: “Giorno di festa” e “Le vacanze di Monsieur Hulot”. Due film dei quattro (i precedenti sono stati “Mio zio” e “Playtime” proiettati nelle scorse settimane all’Auditorium), appositamente restaurati e digitalizzati per il grande schermo. L’occasione per rivedere dei veri e propri capolavori di umorismo e di tenerezza e di seguire le stravaganti e surreali avventure del personaggio di monsieur Hulot, creato dal genio comico di Tati. A proposito di comicità non possiamo non citare un altro fuori classe del genere: Peter Sellers che è il protagonista di “Hollywood Party” di Blake Edwards. Questo e altri tre film, precisamente: “La donna che visse due volte” di Alfred Hitchcock con Kim Novak, “Viale del tramonto” di Billy Wilder e il capolavoro di Robert Aldrich “Che fine ha fatto Baby Jane?”, con una strepitosa Bette Davis, sono stato scelti per la campagna a sostegno all’Associazione Bergamo Film Meeting Onlus, in questo caso il biglietto di ingresso sarà di 6 Euro (ridotto soci Lab 80, euro 5. Per ogni biglietto venduto degli “Eventi Support BFM”, 1 euro sarà devoluto all’Associazione Bergamo Film Meeting Onlus). Ben quattro i film che costituiscono anche un omaggio all’attrice Gene Tierney che ne è l’interprete principale: “Il cielo può attendere” (Heaven Can Wait) di Ernst Lubitsch, “Il fantasma e la signora Muir” (The Ghost and Mrs. Muir) di Joseph L. Mankiewicz, “Vertigine” (Laura) di Otto Preminger, “Femmina folle” (Leave Her to Heaven) di John M. Stahl.

Share.

Lascia un commento