Borgo Santa Caterina: festa antica e sempre giovane. Nuovo percorso per la processione

0

Prendono il via martedì 9 agosto le celebrazioni del 414° anniversario dell’Apparizione nel santuario dell’Addolorata in Borgo Santa Caterina. L’evento prodigioso risale al 18 agosto 1602 quando a mezzogiorno una stella apparsa nel cielo emanò tre raggi luminosi su un affresco da tempo deteriorato raffigurante l’Addolorata, che venne reintegrato come se fosse appena dipinto. Attualmente è conservato sull’altare maggiore del santuario. Una festa antica, eppure si mantiene sempre giovane grazie a iniziative che si rinnovano ogni anno e che richiamano migliaia di persone. Quest’anno sono state introdotte due novità. In omaggio al parroco monsignor Andrea Paiocchi che sta per ritirarsi per limiti di età, il percorso della tradizionale processione serale del 18 agosto toccherà luoghi significativi della parrocchia: oratorio e scuola materna (luogo di educazione delle giovani generazioni), Celestini (luogo della vita consacrata); palestra, stadio e società Excelsior (luoghi dello sport), viale del santuario (luogo di vita del popolo), viale Giulio Cesare (luogo di traffico e festa), piazzale Oberdan (luogo di vita economica), chiesa parrocchiale (luogo principe della comunità), centro di primo ascolto (luogo della carità), sede Alpini e centro terza età (luoghi delle associazioni) e colonna dell’Addolorata. L’altra novità è musicale. Il 17 agosto, in santuario, durante un concerto alle 17,30, sarà eseguito in prima assoluta lo «Stabat Mater» a sette voci come i dolori di Maria, opera del maestro Damiano Rota, organista della parrocchia.
Sono sempre tanti gli appuntamenti salienti delle celebrazioni. Martedì sera 9 agosto, sul sagrato, alle 21 concerto strumentale «Bach alla corte di Brandeburgo». Martedì 16 agosto: alle 16 pellegrinaggio diocesano degli ammalati. Alle 19,30 cena lungo via Santa Caterina, giunta alla 13ª edizione. Mercoledì 17 agosto, vigilia: alle 18,30 Messa presieduta dal vicario generale monsignor Davide Pelucchi. Alle 20,30, piazzale dello stadio, «Aspettando i fuochi», seguito alle 21 dallo spettacolo pirotecnico. Giovedì 18 agosto, festa dell’Apparizione: Messe alle 6, 7, 8, 9 e 10,30 (presiede il vescovo emerito di Cremona Dante Lafranconi). Alle 10 omaggio floreale dei vigili del fuoco alla colonna dell’Addolorata. Alle 17,30 Messa solenne presieduta dal vescovo Francesco Beschi. Alle 20,30 Vespri solenni, seguiti dalla processione guidata dal vescovo Beschi.

Share.

Lascia un commento