Diari della Gmg: voi siete la luce del mondo. Chiara racconta: la notte al Campus Misericordiae con le candele accese

0

JMJ Madrid 2011: una folla formata da due milioni di giovani rimane in totale silenzio durante l’adorazione eucaristica. La situazione è da brividi eppure è  reale. JMJ Rio de Janeiro 2013: una famiglia di San Paolo mi ospita in casa per tre giorni e, nonostante le loro difficoltà economiche, mi accolgono come se fossi loro figlia. Sono alla terza edizione della GMG e ogni volta, puntuale, arriva quel momento che ti scalda il cuore senza chiederlo e senza essere cercato. Questi momenti rimangono dentro di me, impressi e indelebili, come un ricordo, o meglio, come una sorpresa da parte di un evento a me molto caro. Ripensando alle edizioni passate queste sono delle vere e proprie ciliegine sulla torta e ora, al termine del viaggio, voglio condividere con voi la sorpresa di questa GMG. SDM Krakow 2016: un oceano di giovani prende una candela, la accende in segno di preghiera e Campus Misericordie si illumina grazie alla luce di quelle fiamme. “Voi siete la luce del mondo”. Questa frase si fa largo nella mia mente e inizia a prendere corpo, ma non bastano delle semplici candele per illuminare la Terra. Per poter essere vera luce, ci ricorda il Papa, bisogna essere consapevoli dell’amore che Dio nutre per noi. Egli ci ha donato la vita non per stare fermi immobili a fissarla, ma per lasciare un’impronta ed essere protagonisti della storia. In un mondo in cui una persona in carne e ossa viene ridotta a semplice notizia mediatica, il compito di noi giovani è quello di portare la misericordia di Cristo in tutte le città nonostante sulla strada si possano incontrare persone contrariate e scettiche. Noi giovani non possiamo fermarci a una felicità comoda perché la vita diventa bella quando vogliamo lasciare la nostra impronta e per segnare questa vita bisogna essere sognatori forti e capaci di andare controcorrente. Papa Francesco al termine delle sue riflessioni benedice i nostri sogni e ci lancia una provocazione: “Ricordatevi, cari giovani, che la GMG inizia oggi e continua domani. Siate dei sognatori della pace.” Spiegare le emozioni che mi hanno travolto in questi giorni mi risulta impossibile e mentre vedo la palestra che è stata nostra casa per una settimana diventare sempre più deserta, mi rimane solo una cosa da dire. Dzięki Krakow! Nos vemos en Panama 2019! Grazie Cracovia! Ci vediamo a Panama 2019!

Share.

Lascia un commento