La rassegna «deSidera» fa tappa a Gromlongo. In scena «In nome della madre» di Erri De Luca

0

Proseguono gli spettacoli in calendario per il festival «deSidera». Questa volta un’occasione imperdibile per ascoltare le parole di un grande autore. Sabato 1 ottobre, alle 21, a nella Chiesa Parrocchiale di Gromlongo,andrà infatti in scena lo spettacolo di lettura teatrale «In nome della Madre», tratto dal breve romanzo scritto da Erri De Luca nel 2006 e interpretato da Luna Pizzo Greco che ha curato adattamento drammaturgico, regia e scenografia con Alessandra Corti. Con musiche a cura di Camille e Deva Premal, opere e installazioni di Alfredo Pizzo Greco, video e costumi e produzione a cura della DL Compagnia Danzare Lunare.

Il romanzo «In nome della madre» è basato sulle vicende di Miriàm/Maria di Nazaret, ragazza ebrea che improvvisamente si trova ad essere chiamata a diventare madre del figlio di Dio, Ieshu, Salvatore dell’umanità. L’intento dello scrittore è quello di mettere in risalto, anziché la figura religiosa di Maria, l’aspetto umano e realistico, il coraggio, le emozioni e le sofferenze di Miriàm, nonché l’amore profondo di una madre per un figlio.

Lo spettacolo è un omaggio all’ umana figura di Miriàm/Maria, alla sua prorompente energia vitale ed alle parole “di corpo” e “di natura” che lo scrittore Erri De Luca è riuscito a formulare, con la speranza che il teatro possa iniziare al mistero (divino e umano) della sacralità della nascita.

Ad osservare il racconto-lettura verrà installato «l’ALTO dei CIELI», un video di un gruppo di nuvole in movimento che si stagliano su un cielo azzurro. In scena l’opera- installazione dello scultore Alfredo Pizzo Greco farà quindi da contrappunto armonico: leggii – messaggeri, sentinelle dotate di ali che rimanderanno ad un aldilà poetico e possibile, segno di un incontro tra armonie celesti, mentre i libri combusti tratti dall’opera capitale la «Biblioteca di Alessandria» composta da 2069 libri bruciati evocheranno il destino non permanente consacrato alla parola scritta.

Luna Pizzo Greco è una coreografa e performer; presidente di Danzare Lunare, Associazione di promozione sociale per le arti performative, e responsabile e direttore didattico di L.A.C. Laboratorio Arti Corporali.

«deSidera» proseguirà poi venerdì 7 a Urgnano e Sabato 8 a Bonate Sotto con il «Magnificat» di Alda Merini con Arianna Scommegna, per la regia di Paolo Bignamini. L’ingresso agli spettacoli è libero. Per informazioni: info@teatrodesidera.it – 347 1795045. Sito internet: www.teatrodesidera.it .

Share.

Lascia un commento