Laura Curino e Arianna Scommegna sul palco per Fiato ai libri. Un weekend di storie da Gorle a Bagnatica

0

Prosegue il viaggio letterario in compagnia di storie da scoprire insieme a una nutrita carovana di attori, scrittori e musicisti, con un carico di libri da leggere e da ascoltare. Ecco gli appuntamenti di questa settimana di «Fiato ai libri». Si parte da giovedì 22 settembre con il romanzo premio Pulitzer di Harper Lee «Il buio oltre la siepe» al Parco comunale di Gorle, mentre venerdì 23 sarà la volta di «La lunga vita di Marianna Ucria» di Dacia Maraini a Mornico al Serio. Il sabato, invece, sarà dedicato a «Sei chiodi storti» di Dario Cresto-Dina, sulla vittoria storica italiana in Coppa Davis nel Cile di Pinochet a Bagnatica. Tra gli interpreti due grandi attrici: Laura Curino e Arianna Scommegna. Per i più piccoli, domenica 25 a Costa di Mezzate, lo spettacolo che porta a conoscere le storie e le illustrazioni di Leo Lionni.

Sarà Arianna Scommegna, giovedì 22 alle 20,45 al Parco Comunale di Gorle, a dare voce al capolavoro di Harper Lee, «Il buio oltre la siepe». Ad accompagnarla Giulia Bertasi alla fisarmonica. La storia si svolge in una piccola cittadina dell’Alabama nella prima metà del ‘900. La protagonista è Scout, una bambina che con la sua purezza e innocenza accende una piccola fiamma nel buio di una comunità spaventata, chiusa e razzista. Una storia molto attuale che parla dei pregiudizi generati dalla paura, da ciò che non si conosce e che quindi sembra oscuro. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

Venerdì 23 settembre appuntamento alla Cascina Castello di Mornico al Serio (via Zerra) alle 20,45 (in caso di maltempo all’Auditorium S. Andrea – Via Castello). Va in scena «La lunga vita di Marianna Ucria di Dacia Maraini, con la voce di Laura Curino (Torino) e Pierangelo Frugnoli alla chitarra. La Curino mette il suo talento di narr-attrice a servizio della storia di una donna che vive nella Sicilia del ‘700, in un clima sociale e culturale sfavorevole alle donne, in cui la divisione tra classi sociali è rigida, eppure, senza parlare, e nonostante questo ostinato mutismo, insegue le sue passioni e le sue aspirazioni: un esempio che incita al coraggio di seguire la propria strada.

 

Sabato 24 settembre uno spettacolo dedicato ai più piccoli a Pedrengo, nella sala polivalente dell’oratorio di via Monsignor Boni, 2  alle 16,30: «I brutti anatroccoli», liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen, interpretato dalla compagnia teatrale stilema di Torino. La voce è di Silvano Antonelli. Al centro dello spettacolo l’idea che chiunque possa essere in grado di trasformare la debolezza in un punto di forza. Un modo per alzare gli occhi e guardare il grande cielo che ci circonda. Quel cielo nel quale la vita, qualunque vita, ci chiede di provare a volare. Sempre sabato 24 ma a Bagnatica, al Tennis Club di via Portico 2 alle 20,45 va in scena “Sei chiodi storti – Santiago 1976, la Davis italiana” di Dario Cresto-Dina con la compagnia Ilinx teatro di Milano. La voce è di Nicolas Ceruti, alla chitarra ed effetti sonori Mattia Airoldi. Una storia di sport, coraggio e resistenza ambientata in Cile negli anni Settanta. Domenica 25 a Costa di Mezzate, a Cascina “Fui’”, via Camozzi ore 16,30 (e in caso di maltempo: Palestra Comunale viale Italia, 2) ecco un altro spettacolo per bambini e famiglie, “Federico & Co: storie di topi e altri animali” di Leo Lionni, con la compagnia Aedopop, la voce di Giorgio Personelli, Pierangelo Frugnoli alla chitarra e al Kazoo e le scenografie di Francesca Bertoli.

 

 

Share.

Lascia un commento