Bergamo accoglie il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: tricolori alle finestre

1
Bergamo si prepara ad accogliere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sarà una visita brevissima: l’arrivo è previsto per martedì 29 novembre intorno all’ora di cena, la partenza il giorno dopo all’ora di pranzo. Un pugno di ore, 18 in tutto, salvo imprevisti e modifiche in extremis al programmma. Il motivo della visita è principalmente la partecipazione di Mattarella ai festeggiamenti per i 50 anni di carriera di Riccardo Muti, suo amico di vecchia data, sul podio per uno straordinario concerto al Teatro Donizetti.
I bergamaschi potranno salutare il presidente della Repubblica in tre diversi momenti durante la sua presenza in città: il primo martedì sera sul Sentierone intorno alle 20.15 quando il Presidente arriverà al Teatro Donizetti. Il secondo è invece previsto intorno alle 10 di mercoledì 30 novembre nello spazio antistante la sede de  L’Eco di Bergamo; infine Mattarella saluterà i bergamaschi intorno alle 12, sempre mercoledì, in piazza Vecchia, dove si recherà per una breve visita guidata. Il comune invita cittadini e commercianti ad esporre alle finestre il tricolore.

All’aeroporto Mattarella sarà accolto dal prefetto Tiziana Costantino e dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Un saluto rapido, il meno formale possibile, anche perché i tempi sono ristretti. L’appuntamento clou della prima parte della visita è infatti al teatro Donizetti per il concerto di Riccardo Muti, amico di vecchia data del presidente della Repubblica che non ha voluto perdere l’occasione per festeggiare i 50 anni di carriera del maestro.

Al Donizetti Mattarella è atteso attorno alle 20. Probabilmente il capo dello Stato arriverà al teatro direttamente da Orio, anche se non è escluso che prima possa fare una sosta all’hotel San Lorenzo, in Città Alta, dove Mattarella e il suo entourage pernotteranno, con una sorta di strappo rispetto alle consuetudini. Solitamente il presidente della Repubblica in visita pernotta in una struttura messa a disposizione dalla Prefettura, come fece Carlo Azeglio Ciampi a Bergamo nel 2003.

Il secondo tempo della visita bergamasca comincerà con l’incontro alla redazione de L’Eco di Bergamo, attorno alle 10 di mercoledì mattina, poi il presidente della Repubblica riprenderà la strada che sale per Città Alta per la tappa universitaria, atteso alle 11 a Sant’Agostino dal rettore del nostro ateneo per l’inaugurazione dell’anno accademico.

Share.

1 commento

  1. Non mi pare che questa visita abbia suscitato molti entusiasmi, mi piacerebbe che la redazione si soffermasse con qualche sua riflessione, circa i commenti apparsi su l’ECO … in fin dei conti il Presidente ci onora di una visita in occasione di un avvenimento culturale importante. 50 anni da direttore d’orchestra del MAESTRO MUTI , iniziata proprio nel nostra città nel TEATRO CHE PORTA IL NOME DI DONIZETTI , orgoglio della nostra terra, insieme a Simone Mayr, bavarese ma bergamasco d’adozione, al maestro Gavazzeni, per citare i più importanti. Il Presidente Mattarella ci onora della sua visita a Bergamo… terra di nobili tradizioni musicali… e noi gli contiamo gli € euri che spende? Siamo proprio caduti in basso forse trascinati dalla classe politica!!!

Lascia un commento