Notte sacra per la chiusura del Giubileo: undici chiese di Bergamo unite dalla musica

0

Undici chiese bergamasche unite nel segno della grande musica, che può trasformarsi in un’isola di luce e misericordia nell’oceano di indifferenza del nostro tempo. Così la musica può diventare anche veicolo di riflessione e cammino di fede e come segno di legame con il territorio. Ritorna sabato 12 novembre l’evento «La notte sacra», che si terrà in contemporanea alle 21 in undici chiese in occasione della chiusura del Giubileo della misericordia, indetto da Papa Francesco. Un analogo evento si era tenuto il 19 dicembre 2015 per l’apertura dell’anno giubilare, raccogliendo vasto successo. L’iniziativa — proposta da Teamitalia in collaborazione con la diocesi di Bergamo e con il sostegno di Confiab e Ubi Banca — è stata presentata il 4 novembre nell’auditorium dei convento dei Cappuccini di Borgo Palazzo. Presenti anche Antonella Bordoni e Carlo Previtali, rispettivamente rappresentanti di Confiab e Ubi Banca.

«“La notte sacra” — ha affermato fra Marcello Longhi, superiore dei Cappuccini di Borgo Palazzo, aprendo l’incontro — rimanda a Dio che si è fatto presente nella notte. Musica e canto possono esprimere la bellezza e la misericordia del Signore». «L’idea di questo evento — ha aggiunto Claudia Sartirani, di Teamitalia, che ha moderato l’incontro — è nata come risposta all’appello di Papa Francesco di mostrare una Chiesa più aperta e accogliente. Da qui l’idea dell’evento unico e corale della “Notte sacra”, grazie alla quale undici chiese sono riunite e aperte alla cultura e all’uomo. La sera del 12 novembre, i portali delle undici chiese saranno illuminati da un fascio di luce per invitare visivamente tutti, credenti e non credenti, a varcare la soglia per lasciarsi coinvolgere dalla bellezza della musica». «Si chiude la porta del Giubileo della misericordia — ha detto monsignor Giulio Dellavite. addetto stampa della Curia —, ma il cammino fatto deve proseguire fuori dalla porta. Le musiche della “Notte sacra” possono essere isole di luce nell’oceano contemporaneo di indifferenza». «Questo evento — ha aggiunto Emanuele Beschi, direttore del Conservatorio Donizetti — è un momento bellissimo e importante anche perché i nostri giovani trovano un punto di aggregazione e confronto con il territorio e anche un momento per costruire il futuro». Parole fatte proprie da Claudia Sartirani, che ha espresso un auspicio, cioè che «La notte sacra» possa continuare ogni anno e nello stesso periodo.

Questo l’elenco delle undici chiese bergamasche della della «Notte sacra», riunite in contemporanea dai concerti sabato 12 novembre alle 21: Cattedrale, con il concerto Junior orchestra del Conservatorio Donizetti, composto da ragazzi dai 9 ai 20 anni di età. Chiesa dei Cappuccini di Borgo Palazzo, con l’Orchestra Orfeo e ben 10 arpe. La chiesa del Patronato San Vincenzo, con l’intervento del Coro Santa Cecilia di Mozzo. Santuario delle Rose ad Albano Sant’Alessandro, con il concerto dell’Accademia Corale di Baccanello. Chiesa parrocchiale di Gazzaniga, con il Coro Praenestinus di Piario. Chiesa parrocchiale di Seriate, dove interverranno ben tre formazioni: Corale SS. Redentore, Corale di Paderno, Coro giovani. Chiesa parrocchiale di Serina, con il Coro Gogis dell’Alta Valle Brembana. Santuario di Stezzano, con un concerto di arie sacre. Chiesa parrocchiale di Telgate, con il Coro Adiemus di Calcinate. Santuario della Basella ad Urgnano, con il Coro Icat di Treviglio. Chiesa parrocchiale di Villa d’Almè, con il Coro Jubilate di Ponteranica.

Nella foto l’orchestra di arpe Orfeo: si esibirà nella chiesa dei Cappuccini.

Share.

Lascia un commento