«Otto del mattino»: tre sabati di letture mattutine in compagnia del libro della Genesi

0

«Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. E fu sera e fu mattina: sesto giorno»: è un passo tratto dalla Genesi, il primo libro che apre la Bibbia. Sarà questa la prossima iniziativa di Molte fedi sotto lo stesso cielo dedicata all’approfondimento dei testi sacri dopo la rassegna notturna di fine ottobre «Notte della Sapienza» in cui i lettori hanno ascoltato brani di lettura tratti dai libri sapienziali della Bibbia in diverse lingue. Per i prossimi tre sabati l’appuntamento sarà alle «Otto del Mattino» in cui si leggerà secondo la letteratura sapienziale il libro della Genesi dal capitolo 1 al capitolo 11.

La sezione è composta da tre lezioni che si terranno ogni sabato mattina e saranno curate da don Davide Rota, il superiore del Patronato San Vincenzo. Si partirà sabato 5 novembre con «E vide che era cosa buona – Lo sguardo di Dio sulla Creazione»: Dio ha creato in sei giorni il cielo, la terra, la luce, le tenebre, il mare, gli animali e le piante e guardava tutto ciò soddisfatto; tratto dalla Genesi nel capitolo 1. A seguire, sabato 12 novembre «Sono forse io il custode di mio fratello? (frase tratta dalla Genesi nel capitolo 4 al verso 9) – La responsabilità nei confronti dell’altro»: è la domanda che pone Caino a Dio nei confronti del fratello Abele che è stato ucciso per gelosia da Caino.

E sabato 19 novembre si terminerà con «Ma con te io stabilisco la mia alleanza (tratto dalla Genesi nel capitolo 6 al verso 18) –Il patto di alleanza tra Dio e l’uomo» in cui Dio stringe alleanza con Noè, l’uomo che costruì un’arca secondo le indicazioni di Dio che prevedevano sia la misura sia i passeggeri: oltre a Noè, sua moglie, i figli, le mogli dei loro figli e due animali maschio e femmina per ogni specie, perché fossero salvati dal Diluvio Universale. Tutte e tre le mattinate sono a ingresso libero e avranno luogo nella chiesa del Patronato in via Gavazzeni, 3 a Bergamo e, a conclusione di ogni lezione, si potrà godere insieme di un’abbondante colazione.

Share.

Lascia un commento