Sandro Barbagallo dai Musei Vaticani a Bergamo: un incontro con gli studenti della scuola d’arte Fantoni

0

«L’arte è l’incontro inatteso di forme e spazi e colori che prima si ignoravano» così la definisce Fabrizio Caramagna. E domani, martedì 8 novembre, ci sarà un’occasione preziosa per parlarne con Sandro Barbagallo, responsabile delle Collezioni storiche dei Musei Vaticani di Roma, ospite d’onore alla scuola d’arte Fantoni di via Angelo Mai a Bergamo. Sarà in compagnia prima dei liceali e degli studenti del corso post-diploma della Scuola d’Arte Fantoni, dalle 9,30 alle 12, e nel pomeriggio a partire dalle 15 con i liceali del centro scolastico «La Traccia» di Calcinate.

Il Professore Sandro Barbagallo è nato e cresciuto ad Aci Trezza in provincia di Catania e nel ’95 si è trasferito a Roma dove si è diplomato nel ’98 in Conservazione Beni Archivistici presso l’Archivio Segreto Vaticano e successivamente si è laureato a Siena, nel 2002 in Storia dell’Arte Contemporanea con Enrico Crispolti con la tesi sull’opera Simona Weller che poi Sandro sposò nel 2004. Nel corso della sua carriera, Sandro è stato: perito d’arte del Tribunale di Roma, membro dell’Aica (Associazione Internazionale Critici d’Arte), curatore di mostre come quelle al museo Vittoriano di Roma su Degas, Toulouse-Lautrec, Manet, Matisse e Bonnard, Gauguin, Renoir, Picasso e monografie di Simona Weller (2005), Joe Tilson (2006), Francesco Guerrieri (2006), ‘800 Danese (2006), Enrico Baj (2007), Roma-Visioni di una capitale (2007), Poetiche dell’astrazione (2008), scrittore del libro «Lo Zoo Sacro Vaticano. Iconologia ed iconografia zoomorfa nella Basilica di San Pietro» e infine collaboratore per numerose riviste d’arte; ora collabora come critico d’arte per l’Osservatore Romano.

Durante questo incontro il professore illustrerà ai ragazzi questioni artistiche e personali attraverso la narrazione della sua formazione del suo percorso verso il fascinoso mondo dell’arte. Il presidente Antonio Parimbelli della Scuola d’Arte Andrea Fantoni afferma che da quest’anno la scuola oltre a essere liceo artistico e centro di formazione professionale organizza corsi post-diploma sul restauro e corsi di specializzazione Ifts e l’incontro con il responsabile delle Collezioni storiche dei Musei Vaticani di Roma con gli studenti è un’ottima occasione di aggiornamento. Anche per la preside Germana Bonzi dei Licei Artistico, Linguistico e Scientifico «La Traccia» di Calcinate rappresenta un grande evento culturale, stimolante per i ragazzi; Sandro Barbagallo era già stato ospite dell’istituto a giugno e in quella occasione erano state allestite mostre e iniziative che avevano ottenuto molti consensi; quest’anno incontrerà anche il fondatore de «La Traccia», il professor Franco Nembrini.

Share.

Lascia un commento