Concerto di Natale al Teatro Creberg di Bergamo per aiutare la Casa di Leo

0

Musica e solidarietà al Teatro Creberg per la Casa di Leo. «Sono nato nove anni fa in Italia, con alcuni problemi. Qualche volta mi sento triste ma sono felice che ho una famiglia. Sono andato in molti ospedali nel mondo e poi finalmente ho trovato il giusto dottore negli Stati Uniti. Frequento la scuola a Barley in Ohio nel Maryland e ho una cotta per Morgan. Mi piace giocare a calcio e al football americano e anche al videogioco “Minecraft”».

Questa è la letterina del piccolo Leonardo Morghen, per tutti Leo che nasce il 3 febbraio 2005 a Mozzo, un piccolo paese alle porte di Bergamo. Da subito, Leo manifesta gravissimi problemi di salute che gli impediscono di mangiare come gli altri bambini. E così, per Leo e la sua famiglia inizia un lungo percorso fatto di sofferenze causate dalla scoperta di una malattia rara e ancora oggi senza un nome. La famiglia di Leo gira il mondo alla ricerca di una cura fino a raggiungere gli Stati Uniti, in Ohio presso la struttura Nationwide Children’s Hospital di Columbus. Le amorevoli cure del Dottor Di Lorenzo e colleghi aiutano il piccolo Leo ad andare avanti nonostante le difficoltà e il progredire della malattia rara che mano a mano lo distruggono nel fisico ma mai nell’animo. Leo è un bambino con una grande voglia di vivere; purtroppo il 17 febbraio 2015 muore a soli 10 anni.

La breve esistenza di questo bambino rimane un insegnamento per tutti noi e l’Associazione EOS Onlus lo ha colto profondamente attraverso la creazione di un progetto che porta il nome di questo bambino speciale «La casa di Leo».

Il progetto «La casa di Leo» comporta la costruzione di una struttura ricettiva interamente dedicata alle famiglie dei bambini ricoverati presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo che sarà un punto di riferimento molto collaborativo per l’accoglienza di queste famiglie all’interno della casa stessa.

«I bambini ricoverati in ospedale hanno bisogno di genitori sereni come è stato per Leo e i suoi genitori durante la permanenza alla Ronald McDonald House di Columbus. Infatti la nostra associazione, con i nostri volontari si era incaricata di aiutare i genitori di Leo nel loro percorso alla ricerca della cura per la malattia rara e ora vogliamo offrire il nostro aiuto alle famiglie lontane da Bergamo, a volte straniere e senza disponibilità economiche, per accoglierle in questa casa. Sarà una casa costruita in legno nei pressi del Comune di Treviolo a pochi passi dall’ospedale e dal centro città. «La casa di Leo» risponderà pienamente agli obiettivi di efficienza energetica con standard elevati: infatti, ci saranno a disposizione quindici posti letto, cinque  stanze, un grande salone, una grande lavanderia con bagno all’interno e fuori due piazzole per parcheggiare i camper» spiega Don Andrea Pedretti, Presidente dell’Associazione Eos Onlus e aggiunge «all’interno della casa, ci sarà una famiglia-custode scelta in accordo a una convenzione con il Comune di Treviolo che si occuperà dei lavori di manutenzione della casa quali il giardinaggio e infine per far in modo che il bambino possa avere intorno a sé un clima ancora più sereno nella casa si potranno accogliere anche i fratelli».

La costruzione della « La Casa di Leo» viene portata avanti grazie a una raccolta fondi promossa dall’Associazione Eos Onlus con il Concerto di Natale, giunto alla settima edizione. Il concerto natalizio avrà luogo domenica 18 dicembre alle 17,30 al Teatro Creberg di Bergamo. Tra i protagonisti la pluripremiata Orchestra Filarmonica della Franciacorta, il Coro Lirico di Bergamo e due giovani cantanti bergamaschi di fama nazionale, il baritono Giuseppe Capoferri e la soprano Silvia Lorenzi. «Sarà un concerto natalizio con le canzoni tradizionali del Natale ma anche canti antichi di altre lingue tra cui uno in catalano. L’obiettivo è trasmettere musica, voce, vitalità e festa agli spettatori portando un momento di raccoglimento attorno ai bambini; al tempo stesso sono molto onorata che il ricavato del concerto sia devoluto al progetto dell’associazione».

I biglietti per il Concerto di Natale sono in vendita al costo di 18 e 24 euro all’infopoint del centro commerciale Le Due Torri di Stezzano, su Ticketone oppure prenotandoli a: info@eosonlus.org o al numero 370.11101080.

Share.

Lascia un commento