Il Coro Canticum Novum nella parrocchia delle Grazie, ma la musica oltrepassa i confini

0

Nei giorni dal 29 novembre all’8 dicembre si tiene presso la Chiesa Prepositurale di S. Maria Immacolata delle Grazie la solennità patronale dell’Immacolata, che culminerà nella Messa Solenne presieduta da S.E. Mons. Beschi l’8 dicembre alle 17. In vista di queste importanti celebrazioni nella serata di sabato 3 dicembre il Coro Canticum Novum ha eseguito la cantata Dies Iste di don Lorenzo Perosi, che fu composta nel 1904 per celebrare il 50° anniversario della proclamazione del Dogma dell’Immacolata Concezione da parte di papa Pio IX nel 1854. Perosi, che all’epoca era direttore della Cappella musicale Sistina in Vaticano, eseguì tale composizione alla presenza di S. Pio X, il quale lo stimava molto fin dall’epoca in cui egli era Patriarca di Venezia e Perosi dirigeva la Cappella della basilica di S. Marco. In tempi recenti il Dies Iste è stato eseguito nella chiesa delle Grazie durante la solennità dell’Immacolata del 2004, a 150 anni dalla proclamazione del dogma, sempre dal Coro Canticum Novum: la scelta di riproporlo è motivata anche dall’anniversario dei 60 anni della morte del compositore avvenuta nel 1956. Il coro è fondato e diretto da Erina Gambarini, figlia del Maestro Guido Gambarini, che ha lavorato a lungo con don Egidio Corbetta, direttore del coro dei ragazzi dell’Immacolata. Allo studio del pianoforte con il padre, Erina Gambarini ha affiancato quello di direzione, interpretazione e musica vocale da camera con Marcel Courod, tecnica vocale e interpretazione con Gerhard Schmidt-Gaden. Nel 1989 ha fondato il gruppo corale Canticum Novum, che si impone in breve tempo per la qualità e la ricca attività artistica; è con esso che inizia la collaborazione, tra gli altri, con il M° Romano Gandolfi nel 1996. Dal 2007 è Direttore del Coro Sinfonico Giuseppe Verdi di Milano, succedendo al M° Gandolfi, che la chiamò come sua assistente alla fondazione del Coro nel 1998.

Il Coro ha alcuni appuntamenti annuali per la parrocchia, pur non essendo un coro parrocchiale nel senso tradizionale del termine: tra questi la Festa dell’Immacolata, il Dies Bernardinianus (il giorno di San Bernardino, celebrazione  che si tiene a maggio e che si prefigge  di  riscoprire  l’importanza  della  presenza  a Bergamo del francescano  S.  Bernardino  da  Siena all’inizio  del  Quattrocento), durante la settimana dei defunti (durante la quale esegue il Requiem) e per la festa del Santo Jesus. “Un gruppo del coro sostiene inoltre le celebrazioni solenni durante l’anno: il loro apporto è davvero importante non solo per la parrocchia, ma per tutta la nostra comunità” ha sottolineato don Valentino Ottolini, parroco di Santa Maria Immacolata delle Grazie.

Share.

Lascia un commento