Bergamo, al parco della Trucca in arrivo un padiglione permanente

0

Un padiglione permanente a forma di lente verrà costruito al parco della Trucca. La struttura di 300 metri quadri sarà in acciaio e legno, con una grande pensilina esterna, dove sarà possibile svolgere diverse attività. La costruzione abbraccerà il parco, inglobando l’alberatura esistente e creando un’alternanza interno/esterno. Per la sua costruzione e gestione, che avrà un costo complessivo di 360 mila euro verrà attivato un bando da parte del comune di Bergamo rivolto agli operatori commerciali entro l’estate del 2017. Il progetto è stato ideato dall’architetto Matteo Battistini che ha vinto il bando indetto dal comune di Bergamo attraverso la piattaforma web “Concorrimi”, spiccando tra 51 proposte pervenute. “Il bando è nato dall’esigenza di dotare il parco della Trucca, il più grande parco cittadino, di una struttura permanente” ha affermato l’assessore all’ambiente Leyla Ciagà. “A differenza degli altri parchi, infatti, questo vedeva l’alternanza di strutture provvisorie per il solo periodo estivo, mentre adesso sarà dotato di una struttura permanente” ha sottolineato l’assessore. Marcella Datei, presidente dell’Ordine degli Architetti di Bergamo ha spiegato come mai la scelta, su 51 proposte, sia ricaduta proprio su questo progetto: “L’idea di realizzare questa nuova struttura nasce dalla volontà di creare uno spazio in senso proprio, fortemente integrato e rispettoso dell’ambiente che lo circonda. La pensilina andrà a creare un piccolo parco all’interno del parco, che accoglierà le persone all’interno della struttura. Ringraziamo coloro che si sono impegnati nell’ideazione degli altri progetti, tutti di alta qualità”. I progettisti sono partiti proprio dal luogo per costruire un’architettura che si inserisca in maniera armonica nel paesaggio, emulando la forma dei laghetti che si trovano all’interno del parco. A Matteo Battistini spetterà ora la progettazione definitiva per la realizzazione dell’opera che stima sarà pronta per il 2018.

Share.

Lascia un commento