«I Pooh. L’Ultimo Concerto» al cinema: l’ultima esibizione per festeggiare i cinquant’anni di carriera

0

«Si può essere amici per sempre, anche quando le vite ci cambiano, ci separano e ci oppongono» iniziava così la canzone «Amici per Sempre» dei «Pooh», gruppo musicale italiano con alle spalle oltre cinquant’anni di carriera.

Lo storico gruppo composto dal bergamasco Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Stefano D’Orazio insieme anche a Riccardo Fogli sarà protagonista del film «I Pooh. L’Ultimo Concerto».

Una pellicola che porta sul grande schermo l’ultima esibizione del gruppo, a cura di Nexo Digital in collaborazione con FP Group e RTL 102.5, in programma il 30 dicembre alle 20,15. Tutto cominciò a Bologna, nel 1962 e allora si chiamavano «Jaguars» e c’erano Valerio Negrini alla batteria, Mauro Bertoli e Mario Goretti alle chitarre, Giancarlo Cantelli (poi Gilberto Faggioli) al basso e Bruno Barraco (poi Bob Gillot) alle tastiere. Successivamente, quattro anni dopo nel 1966 firmarono il loro primo contratto musicale con il nome di Pooh.

Come in tutti i gruppi musicali che si rispettino c’è sempre qualche turn over: membri che abbandonano il gruppo, altri che subentrano. Così è accaduto anche per i «Pooh»: a partire dagli anni ’70 passano da una formazione di cinque con il produttore artistico Riccardo Fogli a quattro con l’abbandono di quest’ultimo per intraprendere la carriera da solista. I «Pooh» nella formazione composta da Roby Facchinetti, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Dodi Battaglia rimangono invece insieme fino al 2009.

Uno degli album più riusciti della loro carriera è stato «Poohlover» nel 1976 con la conseguente apparizione della band in numerosi concerti nelle varie piazze italiane e in programmi televisivi. Successivamente, gli anni ’80 vedono i Pooh impegnati nella continua produzione di album di buona fattura e in certi casi anche con tematiche impegnative come l’ecologia e la politica usufruendo di varie sperimentazioni musicali con nuove sonorità e ripresa di stili passati. A seguire, nel 1990 partecipano e trionfano al Festival di Sanremo con «Uomini soli» e nel 2002 rappresentano la loro prima opera teatrale «Pinocchio», ispirata alla favola di Carlo Collodi e interpretata dagli attori della Compagnia della Rancia; nel 2010 i «Pooh» ripeteranno l’esperienza con «Alladin».

Tantissime le loro canzoni tra cui, le più celebri: «Piccola Katy», «Tanta voglia di lei», «Noi due nel mondo e nell’anima», «La Donna del Mio Amico», «Nascerò con te» e «Chi fermerà la musica».

Una grande carriera quella dei «Pooh» che decide di concludere in bellezza con un concerto trasmesso in diretta via satellite sul grande schermo. La città prescelta per l’evento è Bologna, che ha visto nascere la band mezzo secolo fa e dove si terrà una festa senza precedenti con una carrellata dei brani storici dei Pooh, che prometteranno di chiudere in grande stile la loro lunghissima carriera.

Il film «I Pooh. L’Ultimo Concerto» sarà proiettato in alcune delle principali sale cinematografiche Uci, compresa quella di Curno. Il costo del biglietto sarà di 16 euro per l’intero e 12 euro per ridotti e convenzioni. Le prevendite sono aperte. È possibile acquistare il biglietto tramite App gratuita di UCI Cinemas per dispositivi Apple, Android e Windows Phone e sul sito www.ucicinemas.it. I biglietti paper-less acquistati tramite App e i biglietti elettronici acquistati tramite sito daranno la possibilità di usufruire del SALTA LA FILA ALLE CASSE. Il pubblico potrà comunque acquistare i biglietti presso le casse della multisale UCI, tramite call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto. Non solo, coloro che si presenteranno in sala con il biglietto di uno dei concerti dell’ultimo tour dei Pooh, potranno acquistare un biglietto per l’evento al cinema a prezzo ridotto nelle sale che aderiranno alla promozione.

Share.

Lascia un commento