A Treviglio in scena «Gli abitanti di Arlecchinia» con le maschere Arlecchino e Pantalone

0

Improvvisazione, divertimento, e tanti costumi  e maschere teatrali colorate sono alcuni degli elementi che richiamano quel genere teatrale popolare che ha preso avvio tra il Cinquecento e il Settecento Italiano, la Commedia dell’arte e ha portato in scena alcune tra le più famose maschere teatrali che tutti conosciamo: il Capitano, Brighella, Pantalone, Pulcinella, Colombina, Gioppino e il “nostro” Arlecchino dal costume variopinto.

Sabato 3 dicembre, nell’ambito della rassegna teatrale «Il Punto in Movimento» organizzata dal Teatro Filodrammatici di Treviglio, per la direzione artistica di Lele Gaballo, sarà rappresentata la Commedia dell’Arte con lo spettacolo teatrale «Gli abitanti di Arlecchinia»: protagonista assoluta Claudia Contin, artista di fama internazionale, nei panni di Arlecchino.

«Gli Abitanti di Arlecchinia» mette in scena il variopinto e turbolento mondo dei caratteri della Commedia dell’Arte con una grande attenzione alla tradizione storica e iconografica. Così al divertimento si accompagna l’approfondimento culturale e antropologico.  Sarà uno spettacolo che indaga anche nei segreti del lavoro dell’attore attraverso una ricognizione tra i disegni dei corpi, i gesti e gli intendimenti delle principali maschere della Commedia dell’Arte Classica: ogni personaggio indossa una maschera e ognuna ha una serie di posture e di movimenti, ritmi e comportamenti. Tra i personaggi della Commedia dell’Arte presentati nello spettacolo teatrale ci sono: gli Zanni servitori concreti e ingegnosi, un Vecchio Pantalone avaro, acido e tragicomico, un Dottore sproloquiante, accattivante, una fresca Servetta scattante, gli isterici e svenevoli Amorosi, gli arroganti e fragili Capitani di ventura e l’immancabile Arlecchino ovvero l’indomabile variopinta marionetta vivente.

Claudia Contin, interprete di Arlecchino è autrice, attrice, regista e artista figurativo, conosciuta in tutto il mondo come prima donna ad interpretare il carattere maschile di Arlecchino sin dal 1987. Ha già pubblicato numerosi testi teatrali, saggi e ricerche di antropologia teatrale, tradotti in varie lingue. Ha fondato nel 1990 e tuttora dirige, assieme al regista Ferruccio Merisi, la «Scuola Sperimentale dell’Attore» a Pordenone e dal 1997 è co-direttore artistico del festival annuale internazionale «L’Arlecchino Errante». Nel 2007 ha fondato il laboratorio d’arte e artigianato «Porto Arlecchino», in collaborazione col grafico, fotografo e musicista Luca Fantinutti.

L’inizio è previsto alle 21  nel Teatro Filodrammatici di Treviglio in piazza Santuario, 3 e il costo del biglietto è 15€ mentre ridotto 12€ prenotabile al link https://filodrammatici.18tickets.it. Infine, ci sarà un aperitivo a fine serata nel foyer.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.teatrofilodrammaticitreviglio.it o scrivere a info@teatrofilodrammaticitreviglio.it.

(Nella foto di Alessio Prossier Claudia Contin ne “Gli abitanti di Arlecchinia”)

Share.

Lascia un commento