Questa è la mia casa: una serie di incontri per imparare a conoscere meglio se stessi e pensare al futuro

0

Amare non è una capacità innata, si impara ad amare. La scuola forma e prepara i giovani in svariati campi, tuttavia, nella maggior parte dei casi, la costruzione della propria affettività è lasciata all’iniziativa e all’esperienza individuale del singolo.
Nel panorama bergamasco, spicca il ciclo di incontri di formazione umana e affettiva della Comunità Effatà.
Dal 15 gennaio partirà il percorso “Questa è la mia casa” presso la Comunità Effatà suddiviso in due itinerari. Il primo è ‘base’ e si ripete ogni anno. Il secondo è tematico e ciclico “Giocarsi nella relazione”.
Gli incontri saranno tenuti da Laura Teli e da altri formatori.

Il primo percorso su 4 incontri si svolge la domenica dalle 17 alle 20. Ogni incontro prevede un momento di attivazione iniziale, un tempo di proposta contenutistica, un tempo di avvio di un lavoro personale, un momento di merenda insieme e poi un tempo per la ripresa e la condivisione in gruppo.
Il secondo prevede tre incontri ed è sempre la domenica pomeriggio dalle 17 alle 20 anche questo prevede un tempo di attivazione iniziale la proposta e la condivisione durante un happy hour insieme. Entrambi i percorsi hanno un carattere laboratoriale quindi sono anche abbastanza interattivi e prevedono anche modalità diverse in base ad ogni incontro e ad ogni tema.

“La missione della comunità” spiega Laura Teli, “è il servizio alla Chiesa diocesana con un’attenzione particolare all’accompagnamento e all’accoglienza dei giovani in ricerca: in ricerca di se stessi, in ricerca di fede, in ricerca della propria vocazione e cioè appunto del che cosa fare da grandi, consapevoli che la prima vocazione cui siamo chiamati è proprio quella dell’essere pienamente uomini e donne, dell’essere pienamente umani ed è un’avventura, un cammino bellissimo!”

Prosegue Laura “L’’invito che vorrei fare è: provare per credere! Vieni e vedi! nel senso che il cammino sia apre facendo, senza timore, sapendo di essere accompagnati, di potersi confrontare con libertà e discrezione. E’ un’avventura affascinante imparare ad avere alcune chiavi di lettura della propria storia, sapere e conoscere un po’ i nostri desideri e le nostre attese, riconciliarsi con alcuni aspetti della propria storia anche familiare, prendere consapevolezza che aprirsi al futuro richiede consapevolezza di sé e del proprio presente e della propria storia”.

A chi consiglieresti questo percorso? “Lo consiglierei ai giovani – maschi e femmine – tra 20 e 30 anni , fidanzati e non, per approfondire la conoscenza di quella ‘casa’ che siamo noi stessi, proveremo a scendere in cantina per poter poi risalire al tetto, aprire le finestre, guardare il giardino, le inferriate e rileggere anche le fondamenta, la propria storia. Ecco tutto questo aiutati in un percorso per gettare appunto alcune basi, alcuni mattoni per costruire anche la propria casa del futuro, la propria scelta di vita qualunque essa sia. È un cammino di consapevolezza e di libertà, un aiuto per essere pienamente uomini e donne”.

Questo percorso, spiega Laura, è particolarmente adatto: “A chi desidera prendere sul serio le domande della vita, a chi desidera abitare più pienamente la propria casa (cioè essere più pienamente se stesso, abitare presso di sé con maggior serenità) a chi desidera essere in cammino di crescita, nella continua scoperta della propria identità personale e relazionale, verso la verità di sé e la capacità di amare”.

“Questa è la mia casa!?”
Laboratorio di Formazione umana e affettiva
per giovani 20-30enni
Iscrizioni e informazioni: Fraternità Effatà (Laura) tel. 035/246287
PRIMO ITINERARIO
“CONOSCERE SE STESSI NEL CAMMINO DELLA VITA”
È un’avventura veramente appassionante, ma difficile, entrare in rapporto autentico con la propria intimità e assumere realmente la propria umanità.
Il laboratorio vuole favorirne un avvio o una rielaborazione significativa descrivendo alcune dinamiche esistenziali fondamentali, l’attivazione personale, la rilettura condivisa dei vissuti emersi.
15 gennaio 2017 Cosa mi manca? Cosa ti manca? … La sfida della vita
22 gennaio 2017 Che desideri? Ciò che vorrei essere e ciò che sono
29 gennaio 2017 Lasciare il padre e la madre!? Il distacco e la trasformazione delle relazioni parentali
05 febbraio 2017 Che cosa farò “da grande”? Sogni, paure e decisione!
Gli incontri si svolgono la domenica dalle 17,00 alle 20,00 in Bergamo (presso la Comunità Effatà, via Ghislanzoni 38) … con aperimerenda insieme.
SECONDO ITINERARIO
“GIOCARSI NELLA RELAZIONE”
È solo nelle relazioni che la vita si nutre, cresce, si dona e diventa feconda.
Cercheremo di ri-comprendere atteggiamenti e parole preziose nella riscoperta della qualità buona dei legami.
26 febbraio 2017 “Fin dove arriva la fiducia?”
05 marzo 2017 “La fedeltà non perdona?!”
19 marzo 2017 “Gratuiti… ma non troppo!”
Gli incontri si svolgono la domenica dalle 17,00 alle 20,00 in Bergamo (presso la Comunità Effatà, via Ghislanzoni 38)… con happy hour insieme.

Share.

Lascia un commento