E se trattassimo la Bibbia come il cellulare? Da «Laudate» a «iBreviary», il boom delle App religiose

0

Papa Francesco durante l’Angelus del 5 Marzo ha posto una domanda un po’ paradossale: Cosa succederebbe se trattassimo la Bibbia come il nostro telefono cellulare? Il paragone serve a far riflettere e ad invitare i fedeli ad una maggiore vicinanza alla propria fede, ma la tecnologia, in realtà, può aiutare anche in questo. Se è vero che le vie del Signore sono infinite, non serve stupirsi se le app religiose per tablet e smartphone rappresentano oggi un fenomeno in rapida ascesa. Anche una preghiera può essere hi-tech e negli store digitali impazzano numerosi prodotti pensati (incredibile ma vero) anche per la salvezza delle anime. Queste app sono dedicate a credenti di tutte le religioni e hanno innumerevoli funzioni: dalla bussola che indica la posizione esatta della Mecca per i musulmani, al jukebox di canti sacri buddisti, fino all’elenco esaustivo delle divinità e delle festività induiste, ci sono giochi pensati per i più piccoli, test sulle sacre scritture e social network dove è possibile trovare single dediti alla nostra stessa fede. Per i cristiani, poi, esiste un sito, christianapps.com, dove è possibile trovare tutti i nuovi software che sono stati sviluppati. Vi suggeriamo le nostre App preferite divise per utili categorie e disponibili sugli store dei vostri telefonini:

Preghiera:  

Tra le app più complete e riuscite troviamo Laudate, è disponibile in varie lingue tra cui l’italiano e consente di navigare in una vastissima varietà di contenuti.  Comprende le letture della messa quotidiana, la Bibbia, il Rosario, le stazioni della Via Crucis e varie preghiere e meditazioni per ogni giorno. Utilissima anche iBreviary, un vero e proprio breviario virtuale che raccoglie anche i testi del Messale e del Lezionario. Truth & Life si propone di offrire una nuova esperienza delle Sacre Scritture, propone una versione “recitata” del Nuovo Testamento, impreziosita da colonne sonore e testi sincronizzati che accompagnano la narrazione. Il programma permette all’utente di stilare una vera e propria playlist dei versi da ascoltare, nonché di organizzare segnalibri e sistemi di indicizzazione personalizzati, purtroppo però è disponibile solo in inglese. In italiano esistono: La Parola, con varie versioni del testo della Bibbia e molti commentari, Rosario, per un aiuto nella recita, Eprex liturgia delle ore, Novene e Bibbia CEI, la prima ad offrire il testo biblico nella traduzione ufficiale del Centro Episcopale Italiano del 2008 e completa di apparato critico.

Per i bambini non dimentichiamo la Bibbia dei bambini, con fumetti a loro dedicati.

Social:

Iclesia è il social cattolico per eccellenza: ogni parrocchia, monastero, convento, grazie ad un profilo personalizzato, può raggiungere facilmente i fedeli ed innescare con i sostenitori un circuito di beneficenza. C’è bacheca per leggere le notizie, si può essere coinvolti nel sagrato e partecipare a gruppi di discussione, è la social app che permette di rimanere sempre aggiornato su tutto ciò che succede nella propria chiesa. Non è disponibile per Windows Phone.

Informazione:

Radio Vaticana ha sviluppato un’app con una forte impronta multimediale. Giornali radio, programmi di approfondimento, dirette video, pagine web, canali audio, tutti in un unico strumento, gratuito e disponibile sia in italiano che in inglese.

8xmille, disponibile solo su iTunes, permette di vedere sulla mappa dell’Italia, regione per regione, la firma diventata opere e vedere gli interventi 8xmille più vicini alla propria posizione o esplorare il dettaglio nazionale. Le schede-progetto di case-famiglia e mense Caritas, progetti sociali o spazi parrocchiali, informano su attività e fondi ricevuti.

Ultima ma non ultima, The Pope App,  riporta le ultime notizie sul Papa dei media vaticani pubblicate da News.va, il portale ufficiale dei servizi di informazione della Santa Sede. Permette di seguire in diretta gli eventi presieduti dal Santo Padre e di ricevere le notifiche degli eventi più importanti. Da accesso a foto e video del Papa, ai tweet dell’account @Pontifex, ai testi integrali delle omelie del Pontefice, al calendario degli eventi e ai link di tutti i media vaticani. Inoltre permette visite virtuali gratuite del Vaticano, grazie alle telecamere installate nell’area di Piazza San Pietro.

Share.

Lascia un commento