La Fiera dei mestieri sul Sentierone: in scena 1.200 giovani di 36 scuole professionali

0

È iniziata il 6 aprile, per concludersi il lunedì 10 aprile, sempre sul Sentierone, la 3ª Fiera dei mestieri, che vede protagonisti oltre 1.200 giovani studenti di 36 scuole professionali della città e della provincia. Quest’anno c’è anche la novità di un concorso. La Fiera è organizzata da Provincia e Confartigianato Imprese insieme a Diocesi, Ufficio scolastico territoriale e Comune di Bergamo, in collaborazione con Camera di Commercio e diverse organizzazioni del territori. La kermesse vede stand in rapporto a dieci aree tematiche professionali: Servizi commerciali/turismo e sport, Agricola, Legno e arredo, Meccanica/riparazione veicoli, Meccanica/macchine utensili, Alimentare, Grafica, Moda, Servizi alla persona, Elettrica, Edile/sistema casa. La Fiera dei mestieri comprende anche dimostrazioni pratiche, workshop, degustazioni, esibizioni, sfilate e show-cooking, dove gli studenti mostreranno quanto appreso sui banchi di scuola.

Quest’anno c’è anche una novità, annunciata e caldeggiata da Matteo Rossi, presidente della Provincia: la nostra città, grazie al ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, nativo di Calcinate, ospiterà il 14 e 15 ottobre il G7 dell’agricoltura, con la presenza dei ministri del comparto agricolo dei sette Paesi più potenti della Terra. Proprio per questo, la Provincia propone il concorso «Lavoro cibo democrazia» (scadenza il 24 settembre) aperto ai giovani studenti dai 14 ai 20 anni, che potranno fare proposte sul tema tramite elaborati scritti, video, canzoni, foto, progetti, quadri. Ai tre giudicati più originali saranno riconosciuti premi del valore di 1.000 euro al primo classificato e 500 euro al secondo e al terzo. Per informazioni, contattare il Biodistretto dell’agricoltura sociale (tel. 340-3355202, info@biodistrettobg.it), oppure la Provincia, Servizio sviluppo (tel. 035-387227/236, segreteria.sviluppo@provincia.bergamo.it).

Un anticipo della 3ª Fiera dei mestieri si è tenuto il 31 marzo al Collegio Sant’Alessandro alla presenza di 500 studenti che hanno presentato video sulle proprie scuole. Presenti il presidente della Provincia e il vescovo Francesco Beschi, che ha invitato i giovani a fare tesoro dei maestri. Ma il miglior maestro è Gesù Cristo. «È il vero maestro di vita. Forse alcuni di voi non lo conoscono, oppure non credono in Lui. Io invece voglio dirvi che Gesù continua a essere il mio miglior maestro ogni giorno».

Share.

Lascia un commento