Torta salata di polenta e quinoa con asparagi e speck: un antipasto goloso per la tavola di Pasqua

0

Avete presente quanto preparate la polenta, abbondate, e poi ve ne avanza sempre un po’? È buonissima il giorno dopo scaldata in forno, ma la si può utilizzare anche per molte altre preparazioni.

Ad esempio per questa versione della torta salata che mi sono inventata per Pasqua. Si può presentarla in tavola per un antipasto goloso al posto della tradizionale torta pasqualina, da spizzicare prima dell’arrivo dei primi piatti. Se poi, già che ci siete, ne preparate due meglio ancora. Questa torta salata è ideale anche per il picnic di Pasquetta con gli amici ed è buonissima fredda.

Per cucinarla si possono sperimentare mille varianti. Io, come spesso faccio, ho controllato ciò che avevo in frigorifero: mi era avanzata polenta, un bel piatto di quinoa, avevo degli splendidi asparagi, un po’ di mozzarella, ricotta e dello speck. Pronti via, eccovi una torta salata da provare.

Io mi sono cimentata anche nella preparazione della pasta brisée, se non avete tempo (ma vi garantisco che farla è velocissimo!) potete usare quella già pronta.

Ingredienti per la pasta brisée:

  • 200 gr di farina (io uso quella senza glutine, di riso e mais)
  • 100 gr di burro
  • 50 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 200 gr di polenta;
  • 100 gr di quinoa;
  • un uovo;
  • due cucchiai di ricotta;
  • 10 asparagi;
  • una decina di fettine sottili di mozzarella o scamorza;
  • parmigiano;
  • speck;
  • curcuma;
  • sale e pepe;

Preparazione:

Per prima cosa metto gli asparagi a cuocere a vapore. Nel frattempo preparo la pasta brisée, versando in una ciotola la farina, aggiungendo il burro ammorbidito e il sale. Lavoro tutto a mano e aggiungo pian piano l’acqua per essere sicura di ottenere la giusta consistenza. L’impasto della brisée deve essere bello compatto. Una volta pronta la lascio per una ventina di minuti in frigorifero.

Ora preparo il ripieno. In una ciotola unisco la polenta, la quinoa, l’uovo, la ricotta, due manciate di parmigiano, due fettine di speck. Frullo il tutto con il minipimer, aggiusto di sale e pepe. Prendo dal frigo la pasta, la taglio a cerchio e la stendo su carta da forno in uno stampo di quelli che in genere uso per le torte. Bucherello con la forchetta, spalmo il ripieno, spolvero con la curcuma, ricopro con gli asparagi, le fettine di mozzarella, lo speck.

Metto nel forno già caldo a 180 gradi e lascio cuocere per una mezz’oretta, finchè la pasta diventa ben dorata. Buona Pasqua!

Share.

Lascia un commento