Concerto di canto gregoriano in cattedrale: «Parole e silenzio. Mariae Virginis Historia»

0

Venerdì sera, 28 Luglio 2017, con inizio alle ore 21.00, si terrà in Cattedrale un concerto di canto gregoriano tenuto dal coro dei partecipanti al III Corso di Canto gregoriano, diretto da mons. Alberto Turco.
Per il terzo anno consecutivo il Centro di canto gregoriano e monodie “Jean Claire” di Verona, in collaborazione con l’Accademia Musicale S. Cecilia di Bergamo, ha organizzato nella nostra città un corso estivo di canto gregoriano tenuto, oltre che da mons. Turco, da specialisti del settore.
Segno di un’attenzione da molto tempo viva ed efficace al “canto proprio della liturgia romana”- come viene definito il canto gregoriano dal Concilio Vaticano II (SC116) – il corso prevede un livello base per principianti, due livelli avanzati ed un Master di specializzazione, oltre a lezioni di vocalità e di liturgia.
Il concerto significativamente si intitola “Parole e Silenzio. Mariae Virginis Historia”: attraverso un’ accurata selezione di brani narra la vita di Maria, vissuta tra l’ascolto, l’accoglienza, l’obbedienza alla Parola e i silenzi contemplativi per comprendere nel suo cuore la volontà di Dio e il mistero del Figlio. Un percorso meditativo quindi ed un percorso conoscitivo delle più belle ed importanti forme musicali con cui la Chiesa canta la sua fede, dalle antifone sillabiche più semplici con le quali “si narra” il Vangelo, allo splendore dello jubilus alleluiatico con il quale le parole, non più necessarie, lasciano il posto al canto più eccelso.

Mons. Alberto Turco dal 1965 dirige la Cappella musicale della Cattedrale e l’Istituto Diocesano di Musica Sacra S. Cecilia di Verona. Ha conseguito il Dottorato in Canto Gregoriano e la licenza in composizione sacra presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano.
Già insegnante di Canto Gregoriano presso i Pontifici Istituti di Musica Sacra a Milano e a Roma, svolge attualmente l’insegnamento di Musicologia liturgica allo Studio teologico San Zeno di Verona, nonché a vari corsi nazionali ed internazionali di canto gregoriano (Italia, Grecia, Polonia, Russia, Slovacchia, Spagna). Inoltre, è docente di riferimento ai corsi estivi di canto gregoriano a Fara Sabina (Rieti) e a S. Martino della Scale (Monreale) e a Bergamo. Inoltre, è direttore del seminario di canto gregoriano, promosso dalla Fondazione “Ugo e Olga Levi” di Venezia in collaborazione con l’Istituto di Liturgia Pastorale presso l’Abbazia di S. Giustina in Padova.
Da quarant’anni, soggiorna periodicamente presso l’abbazia di Solesmes, quale ricercatore nell’ambito dei repertori liturgici monodici medievali. Presente con contributi scientifici ai congressi dell’Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano, è direttore artistico delle scholæ maschili Nova Schola Gregoriana di Verona e Gregoriani Urbis Cantores di Roma, e della schola femminile In Dulci Jubilo, con le quali ha partecipato a varie tournées e festivals in Europa, Asia ed America.
Da alcuni anni si dedica alla promozione del canto gregoriano “semplice”, a livello “popolare”, con l’istituzione di due gruppi corali per l’animazione liturgica delle celebrazioni capitolari, rispettivamente a Roma e a Verona.
Cura la collana di paleografia gregoriana Codices Gregoriani, nonché le edizioni liturgiche di canto ambrosiano, di cui ha recentemente pubblicato l’Antiphonale Missarum Simplex (2001) e l’Antiphonale Missarum (2005) e la nuova edizione di Psallite Domino, in canto gregoriano, con le melodie più semplici per la liturgia in latino.

La sua attività editoriale mira, attualmente, all’analisi e all’interpretazione ritmica delle melodie gregoriane, con la proposta di due lavori, di pregiato spessore culturale: la registrazione dell’intero Kyriale Romanum e l’edizione del Liber Gradualis iuxta «Ordo Cantus Missæ», con la restaurazione critica delle melodie e con la registrazione dei brani annessa.

Share.

Lascia un commento