Insalata di riso venere: integrale e dal sapore deciso. In una leggerissima versione vegan

0

In casa mia si chiama “riso freddo” e si mangia da sempre. Quello preparato dalla mia mamma è uno dei miei piatti preferiti da che ho memoria (e lei lo sa, visto che l’ha sempre preparato in quantità industriali per farci fare il bis e il tris…).

Quest’anno, però, oltre a scegliere ingredienti biologici e a prepararne una mia gustosa versione vegana, leggerissima e saporita, ho introdotto un altro cambiamento: uso il riso venere, anziché quello bianco comune.

Il riso venere è un riso integrale dal sapore deciso, che si sposa perfettamente con il condimento che vi suggerisco e che piace a tutti. Anche ai bambini (nonostante qualche piccola rimostranza iniziale per il colore “strano”).

 

 

Ingredienti (dosi per 6 persone): riso venere (350 grammi), sale marino integrale (q.b.), piselli lessati (300 grammi), pomodori datterini (10 unità), peperoni rossi e gialli sottaceto (80 grammi), cipolline sottaceto (80 grammi), cetriolini sottaceto (50 grammi), olive verdi denocciolate (20 unità), mais giallo (200 grammi).

 

Procedimento

Come prima cosa mettete a bollire il riso. Oppure, come faccio io, cuocetelo in un apposito contenitore per microonde unendolo a una quantità d’acqua pari al doppio del suo volume. Il tempo di cottura del riso venere è di circa quaranta minuti (assaggiate per ottenere il grado di cottura desiderato. A me piace un po’ al dente). Cuocetelo senza sale, lo aggiungerete dopo.

Mentre il riso cuoce, preparate il condimento: io ho usato ingredienti pronti, tutti biologici (facilmente reperibili al supermercato).

Tagliate i pomodorini a metà, i peperoni a pezzi, le olive e i cetriolini a fettine. Uniteli al mais, ai piselli e alle cipolline. Mescolate tutto in una ciotola capiente.

Una volta cotto il riso, passatelo sotto l’acqua fredda per fermare la cottura.

Scolatelo bene e versatelo nella ciotola, sopra al condimento.

Salatelo quanto basta, mescolate bene e mettete in frigorifero, lasciando riposare il tempo necessario perché il tutto s’insaporisca.

Nota: io non uso olio perché non mi piace molto.

Naturalmente, potete aggiungere un filo al momento di servire in tavola. Si conserverà meglio in frigorifero senza olio, se dovesse avanzare. Ma di solito non succede…

 

Share.

Lascia un commento