Cara Santa Lucia raddoppia: a Paladina poesia, jazz e letteratura

0

Un appuntamento speciale a Paladina nella serata di Santa Lucia, nella chiesa parrocchiale alle 20,45: è il secondo appuntamento di «Cara Santa Lucia», iniziativa di cultura e solidarietà arrivata alla sesta edizione. Ha raccolto applausi e grande apprezzamento la serata che si è svolta domenica nella chiesa di San Leonardo in città, in largo Rezzara. L’attrice Dominique Evoli ha interpretato scritti inediti in versi e in prosa di Romolo Bugaro, Alberto Casiraghy, Franca Mancinelli, Antonio Manzini, Paola Mastrocola, Michela Murgia, Carmen Pellegrino, Elena Petrassi, Roberto Piumini, Davide Rondoni.
L’Ensemble Coranto, una formazione vocale a cappella nata nel 2013 a Modena e costituita da giovani e apprezzati professionisti con esperienze in particolare nel repertorio antico, barocco e cameristico in genere ha proposto musiche della tradizione natalizia in arrangiamenti originali, oltre a una gustosa Ensalada navideña (Suite di canzoni popolari spagnole di Natale) di José Miguel Moreno Sabio e a un brano dedicato a Santa Lucia del compositore, direttore di coro e organista Pietro Ferrario, vincitore lo scorso anno del primo premio assoluto al prestigioso Concorso di composizione “Guido d’Arezzo”.
Il programma è stato infine completato dalle incursioni a sorpresa di un duo formato dal jazzista bergamasco Guido Bombardieri (saxofono e clarinetti) e dal percussionista senegalese Dudù Kouate, che imprimeranno alla manifestazione anche un particolare accento etno-jazz. Nell’appuntamento del 13 dicembre, invece, dal titolo “Cara Santa Lucia… jazz”, andrà in scena un concerto-lettura con accompagnamento di musica improvvisata, in cui l’attrice Federica Cavalli interpreterà una selezione di testi in versi e in prosa inviati nelle precedenti edizioni di Cara Santa Lucia… da scrittori e poeti quali Lorenzo Arruga, Cristiano Cavina, Paolo Colagrande, Luca Doninelli, Chiara Frugoni, Lorenzo Gobbi, Franco Loi, Carlo Lucarelli. I brani raccontano perlopiù le esperienze personali vissute dagli autori durante l’infanzia della “loro” notte di Santa Lucia, tra tremore e stupore, attesa e trepidazione. Alle duttili filigrane della voce narrante, che darà corpo alle fantasie e ai misteri sperimentati in prima persona da questi letterati-bambini, si intrecceranno le “voci” estremamente versatili di saxofoni e clarinetti (suonati da uno specialista come Guido Bombardieri) e quella più brumosa del contrabbasso, affidata alle cure di Marco Gamba, in un continuo e incalzante contrappunto tra recitazione e musica. La manifestazione, che rientra nel quadro delle iniziative organizzate dalla Parrocchia di Paladina per il periodo natalizio, si avvale del sostegno di CO.ME.C, Paladina Calcio e Cooperativa Città Alta.
Le offerte raccolte nel corso dell’iniziativa (a ingresso libero) saranno interamente devolute in favore della Campagna Tende AVSI, a sostegno di un progetto per la ricostruzione di un asilo delle suore domenicane seriamente danneggiato dall’Isis a Qaraqosh in Iraq e mirato ad agevolare il rientro di bambini e famiglie – dopo anni di vita da sfollati – nel loro villaggio di origine.
L’evento, ormai divenuto tradizionale per i bergamaschi, curato da Alessandro Bottelli, da quest’anno si avvale del patrocinio della Provincia di Bergamo ed è prodotto dall’agenzia di promozione spettacolo e cultura “Come un fior di loto” in collaborazione con l’Associazione Culturale CU.BE è Benessere ed è reso possibile grazie al sostegno di Fondazione Banca Popolare di Bergamo, Coop Lombardia, Oriocenter, Cooperativa Città Alta e delle ditte Lindbergh, CO.ME.C, Ambrosini, Centro Macchine, Cavalli, Tino Sana, Fra.Mar e Cattozzo.

Share.

Lascia un commento