Arriva il Dragone Rosso: l’oratorio fa spazio alla creatività dei ragazzi

0

Hai bisogno di una baby sitter? Vuoi organizzare una festa di compleanno? All’oratorio di Nembro c’è un gruppo di giovani, il “Dragone rosso” che si mette a disposizione anche per queste piccole attività. Non è un vero e proprio lavoro, viene svolto come attività di volontariato. In cambio questi giovani chiedono offerte che servono a organizzare iniziative di animazione in oratorio. Si cimentano in laboratori, feste, attività di appoggio per i gruppi di catechesi, preparano spettacoli teatrali. Negli anni scorsi hanno già portato sul palcoscenico la vita di San Filippo Neri e di Piergiorgio Frassati.
I «Dragoni» si ritrovano ogni mercoledì sera: «Il don – racconta Paola, 19 anni – ci dà gli spazi, le occasioni oppure, a volte, i temi sui quali possiamo concentrarci, ma poi il resto dipende da noi e dalla nostra creatività». Dai giochi per i più piccoli al truccabimbi, dai numeri “da circo” alla babydance, le possibilità, in una comunità vivace come quella di Nembro, sono moltissime. «Il gruppo – dice Manuel, 21 anni – è nato qualche anno fa dalle attività di catechesi dei ragazzi della quarta superiore. Poi abbiamo allargato il cerchio coinvolgendo i nostri amici e poi altri giovani della parrocchia, compresi alcuni animatori del Cre. Per partecipare l’importante è avere voglia di mettersi in gioco per superare i propri limiti, imparando per esempio a salire su un palco e a parlare, cantare e recitare davanti a tanta gente. Ora siamo una ventina. C’è chi riesce a dedicare più tempo, chi meno, ognuno offre un contributo in base alle proprie possibilità». I ragazzi del Dragone rosso in questo periodo stanno preparando uno spettacolo ambientato a Parigi: «È la prima volta – osserva Paola – che ci impegniamo a creare un copione partendo da zero. Non abbiamo iniziato da una storia o da un tema, abbiamo lavorato prima di tutto sui personaggi. Ognuno si è cimentato in qualcosa che gli piaceva». Costruire un “carattere”, una “maschera” è diventato un modo per riflettere su se stessi e sul futuro: «Ci siamo concentrati sul tema del cambiamento – aggiunge Mattia, 19 anni -. I personaggi all’inizio non si conoscevano, poi abbiamo inventato una storia che li mettesse tutti insieme e ne seguisse l’evoluzione». Lo spettacolo debutterà al Cineteatro San Filippo Neri il 27 gennaio. Negli anni l’attività del Dragone Rosso è cresciuta e ora promuove iniziative di animazione anche al di fuori del territorio della parrocchia: “Per i ragazzi – osserva don Matteo – è un’occasione per mettersi alla prova e acquisire capacità organizzative ed espressive”. Per avere un assaggio degli spettacoli realizzati fino ad ora basta fare un giro sul canale Youtube dell’Oratorio di Nembro e sulla pagina Facebook del gruppo.

Foto e video di Gianvittorio Frau

Share.

Lascia un commento