Kikka Monaci, la passione per la montagna continua dopo l’incidente: una gara di generosità per aiutarla

0

Questa è una storia di solidarietà 2.0. Un amico di Federica Monaci, detta Kikka, rimasta paralizzata dopo un incidente stradale nel 2004, posta su facebook una foto di lei sulla joelette, una particolare carrozzella a ruota unica, e la solidarietà non tarda ad arrivare: è un commento di un signore di Brescia che si mette a disposizione per costruirne una gratuitamente. Sì, perché quella che in questi anni ha portato Kikka su e giù per i monti della sua Valle Brembana e oltre è di proprietà di un amico della Valtellina e ora un gruppo di volontari vorrebbe regalarne una alla ragazza di Branzi.
Accettata con gratitudine la proposta dell’amico-social bresciano, il gruppo “Solidarietà al femminile” in collaborazione con il “Ciclo Club Poscante” sta raccogliendo i fondi per comprare il materiale. Questa iniziativa è stata presentata qualche sera fa a Poscante, contrada di Zogno dove risiedono numerosi volontari che sostengono il progetto della Kikka-joelette.«Abbiamo proiettato alcune foto delle escursioni fatte con Kikka in questi anni: al lago Colombo e il giro dei Laghi Gemelli, due edizioni della Camminata di Arlecchino a San Giovanni Bianco, le escursioni sul Monte Costone, altre varie uscite nei rifugi delle nostre Prealpi e una gita tra le splendide Dolomiti – spiega un amico di Kikka -. La serata è stata anche l’occasione per presentare la nostra raccolta di fondi per il materiale, principalmente in alluminio, che comporrà la joelette. Si tratta di 1500 euro e attualmente ne abbiamo raccolti 500 da un gruppo di operai di una ditta di Zogno e altri 400 sono stati donati dal pubblico presente quella serata. A sostenere il nostro progetto sarà anche parte del ricavato della “Bancarella solidale” di gennaio che sarà allestita all’oratorio di Poscante dal gruppo “Solidarietà al femminile”».
Quello di tornare a vedere il mondo al di sopra dei duemila metri era un sogno di Kikka, che ha potuto realizzare per la prima volta nell’agosto del 2015 grazie a un gruppo di amici del paese e del Cai di Zogno. E da lì non si è mai fermata: grazie all’affetto e alla volontà di molti amici, Kikka ha fatto varie escursioni e uno dei suoi desideri è quello di partecipare al Campionato del mondo di joelette che si tiene in primavera in Francia, a Fouras les Bains. «Per potervi partecipare serve un’equipe di persone per una settimana, ma è un sogno che abbiamo nel cassetto da alcuni anni e ci stiamo organizzando per concretizzarlo insieme a Kikka – conclude il volontario -. Sicuramente quando la joelette sarà pronta la collauderemo tra i sentieri che il Cai di La Spezia ha predisposto per le persone disabili nel Golfo della Spezia, delle Cinque Terre e della Val di Vara».
Una solidarietà, quella per Kikka, che percorre sentieri terreni e virtuali, ma che è spinta dal cuore di veri amici.

 

Share.

Lascia un commento