Bergamo sperimenta le mappe tattili per turisti non vedenti e ipovedenti

0

Da domani, 9 febbraio, la città di Bergamo sperimenta le innovative mappe tattili per turisti non vedenti e ipovedenti, visitatori che giungono numerosi ad esplorare la nostra città. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione a Visit Bergamo e al comune, con il contributo di Regione Lombardia. 8 mappe tattili realizzeranno un percorso tattile ideale che andrà dalla stazione a Città Alta, per permettere ai turisti non vedenti di orientarsi per conoscere le bellezze artistiche e i monumenti storici che contraddistinguono una città d’arte come Bergamo. Come ha sottolineato l’assessore Nadia Ghisalberti: «Si tratta di un’iniziativa di straordinario valore, soprattutto se inscritta nel percorso di crescita della vocazione turistica della nostra città, che da domani si dimostra accogliente anche nei confronti di visitatori ipovedenti o non vedenti. Un’iniziativa di questo tipo è unica finora in Italia e speriamo possa fare scuola nel nostro Paese». Il progetto, per il quale ci sono voluti ben 6 mesi di lavori intensi, è stato realizzato grazie alla stretta collaborazione con l’UNCI, Unione Nazionale Ciechi e Ipovedenti, mentre a produrre le mappe ci ha pensato l’azienda Happy Vision, con sede nella bergamasca. All’interno delle mappe, realizzate in codice braille per i non vedenti e a caratteri molto grandi per gli ipovedenti, sono segnalati tutti i luoghi principali della città, come fontane ed edifici in rilievo, per agevolarne l’identificazione, oltre ai punti salienti della città, principali mete turistiche. Si va da via XX Settembre, alla zona della stazione, al Teatro Donizetti, al Centro Piacentiniano, a Bergamo Alta, con particolare attenzione ai punti di interesse sulle Mura patrimonio UNESCO e con un focus su piazza Duomo. Le mappe, maneggiabili e pratiche da portare in giro sempre con sé, sono state realizzate in concomitanza ad un’altra mappa, più grande e fissa, installata all’infopoint di Piazzale Marconi, per avere un punto di riferimento e un’immagine integrata di tutta la città di Bergamo. L’iniziativa intende incentivare in questo modo il turismo nazionale e internazionale che ruota attorno ad una città ricca di cultura e iniziative come la nostra, che possa essere da esempio anche per altri comuni italiani.

Share.

Lascia un commento