Le favole di Beatrix Potter sul grande schermo con «Peter Rabbit»

0

Ha inaugurato la 12a Festa del Cinema di Roma il western “Hostiles” di Scott Cooper, con Christian Bale e Rosamund Pike, che ora esce nelle sale italiane dal 22 marzo. Nel Nuovo Messico, nel 1892, un Capitano di Fanteria, al suo ultimo incarico, deve scortare una famiglia indiana nelle terre native. Il viaggio però si carica di tensione e risentimento; il percorso metterà tutti i protagonisti alla prova. Scott Cooper, con grande perizia narrativa, gira un dramma sull’America di ieri, ma con uno sguardo fresco su tematiche attuali: accoglienza, inclusione, perdono e ricerca della fede. Un film complesso e problematico, disseminato di immagini violente ma non gratuite, che apre uno squarcio di speranza.
Ha vinto il Leone d’argento e la menzione della Giuria cattolica internazionale Signis alla 74a Mostra del Cinema di Venezia, “Foxtrot” del regista israeliano Samuel Maoz, già vincitore del Leone d’oro con “Lebanon”. La storia: un soldato israeliano si presenta a casa di un cittadino per annunciare che il figlio, militare, è morto in un incidente. Subito dopo la notizia viene rettificata: il giovane soldato è ancora in vita. Il padre pertanto, sollevato, chiede di poter vedere il figlio, permesso che gli viene però negato. Nel film troviamo un susseguirsi di verità e contraddizioni, tra realtà e finzione, elementi tesi a cercare il confine tra dolore vero e cattive notizie. Maoz conferma tutto il suo talento.
Si inserisce nel clima di conflitto bellico in Medio Oriente il film “Insyriated” del regista Philippe Van Leeuw, passato al 67° Festival di Berlino. È il racconto del confitto in Siria nella prospettiva di una famiglia di Damasco, chiusa in casa in una città sotto assedio.
Cambiamo registro verso la commedia per famiglie con “Peter Rabbit” di Will Gluck, autore del remake di “Annie: La felicità è contagiosa”. La storia si ispira alle favole illustrate di Beatrix Potter. Protagonisti, insieme al mondo del coniglio Peter Rabbit, sono Domhnall Gleeson e Rose Byrne.

È invece per adolescenti la storia romantica “Il sole a mezzanotte. Midnight Sun”, che racconta la scoperta della vita e dell’amore della diciassettenne Katie, costretta a passare le ore diurne della giornata in casa, al riparo dalla luce del sole, per una rara malattia.
Le proposte della settimana si chiudono con la commedia di matrice teatrale diretta da Vincenzo Salemme, “Una festa esagerata”. Nel cast: Salemme, Massimiliano Gallo, Tosca D’Aquino e Iaia Forte. Imprevisti ed equivoci, che attivano simpatiche gag.

 

(*) Commissione nazionale valutazione film Cei (*)

Share.

Lascia un commento