Paolo, senza dimora, ha sconfitto il grande freddo: ora fa il panettiere

0

Dedicato a tutte le donne e a tutti gli uomini che hanno aiutato le persone che vivono senza una dimora fissa in questi giorni di grande freddo.

Bergamo / Punto sosta 28 febbraio 2018
Paolo (nome di fantasia) una persona senza fissa dimora.
Da circa una settimana parlo con lui dei suoi progetti e soprattutto del suo nuovo lavoro. Ci incontriamo nel pomeriggio durante gli orari di apertura del Punto Sosta della Caritas Bergamasca.
Paolo è panettiere e dall’inizio del mese è in prova presso un panificatore della provincia di Bergamo. Un grande laboratorio che lavora per tutta la notte.
Paolo ed io abbiamo la stessa età e le stesse mani, grosse e vissute tipo quelle dei muratori. Siamo seduti a chiaccherare sorseggiando una bella tazza di the caldo allo zenzero e limone, una vera forza della natura per liberare il naso dal raffreddore.
Faccio la pizza in casa tutte le settimane e se potessi mangerei pizza tutti i giorni, e allora quale occasione migliore di chiedere ad un panettiere qualche segreto.
Ecco il primo! La lievitazione … almeno di ventiquattro ore se non due giorni. Mi si apre un mondo nuovo, mi sa che mi brillano gli occhi come ad una bambino quando nell’orecchio gli dici “Vuoi sapere un segreto? Eccolo ….”.
“Il mio segreto vero però, è che non ho un posto per dormire. Sto facendo una prova da una panettiere dal primo di febbraio. Lavoro di notte! Il pomeriggio vengo qui al Punto Sosta per stare in compagnia e al caldo ma soprattutto per riposare un po’. Se non salto per aria dalla stanchezza prima, il mio capo, finita questa prova, mi conferma e sono a posto! Ho il lavoro e quando ricevo la paga mi trovo una stanza in affitto!”

Bergamo / Punto sosta 1 marzo 2018
Sono le 3 di pomeriggio e sta nevicando alla grande !
Il termometro dice -2°C e chissà questa notte …!
Ciao Paolo! Sei una roccia! come stai? E gli do una bella pacca sulle spalle.
Sto bene grazie.
Dai mettiti sul divano a riposare un pò che ne hai bisogno
Ok ma prima ti devo raccontare una cosa ….oggi ho detto al mio capo che non ho un posto dove dormire e lui subito mi ha offerto di dormire sopra al panificio. Ha trovato un letto e una sedia da portare li e domani forse mi porta un armadio dove mettere le mie cose.
Daiiii … ma davvero? ….. Beh Paolo che bella storia. Questo vuol dire che te lo meriti che lavori bene e allora sicuro, stai tranquillo il tuo capo ti assumerà!
Adesso erano i suoi occhi a brillare a manetta!
Dai Paolo, ma il tuo capo è un grande appena gli hai detto che non avevi dove dormire ti ha dato una stanza.
Sì! Sì! Anzi mi ha detto che glielo avrei dovuto dire subito, ma io mi vergognavo.
Il tuo capo è una persona con un cuore grande sono contentissimo per te.
Dai Paolo, adesso però devi riposare, mettiti sul divano e dormi un po’ che ti chiamo dopo, quando chiudiamo.

Share.

Lascia un commento