“All’opera – Secondo il tuo disegno”: dal Cre-grest 2018 un po’ di «buona benzina» per don e coordinatori

0

Dal 1975 anima l’estate dei nostri oratori e sa stupire e divertire bambini, ragazzi, adolescenti, giovani e don. Stiamo parlando, ovviamente, del Cre-grest che, ad oggi, riesce a coinvolgere circa centomila persone e che, nei suoi quarant’anni di storia, è stato costruito sempre più su misura per poter regalare a tutti un’esperienza indimenticabile. Estate dopo estate, sono numerosi gli accorgimenti introdotti col tempo e, tra le tante novità, quest’anno è stata aggiunta una presentazione dedicata ai coordinatori e ai don tenutasi domenica 8 aprile al teatro del seminario.
“Per mettere in atto questo momento educativo bisogna spendere del tempo e dedicargli attenzione. Da tempo pensavamo a una serata come questa perché un buon Cre-grest per funzionare necessita di una buona benzina” ha spiegato così don Emanuele Poletti, direttore dell’ufficio Upee, la motivazione della serata riferendosi al pubblico presente in teatro.
“All’opera – Secondo il tuo disegno” sarà il titolo del Cre-grest che accompagnerà gli oratori delle diocesi lombarde nella prossima estate con tema pensato in continuità con l’anno scorso. “Dopo esser stati spettatori della creazione, Dio ci dona la sua fiducia e ci invita a metterci all’opera. –prosegue don Emanuele -. Il tema è basato su quattro punti fondamentali che verranno sviluppati nelle quattro settimane. Il primo obiettivo è quello dell’osservare perché l’uomo prima di agire deve imparare osservando ogni dettaglio e arrivando così a scoprire cose nuove. Il secondo è il creare: una volta imparato, ti metti in gioco e ci provi anche tu prestando attenzione a ciò che fai e a come lo fai. Il terzo è lo scambiare in quanto tutti agiamo per mettere a disposizione di chi incontriamo il nostro operato. Ultimo e quarto obiettivo è il raccontare perché, dopo aver osservato, creato e scambiato, sentiamo in noi il desiderio di far conoscere la nostra esperienza.”
La serata, condotta da Giorgio Bardaglio, è proseguita con diversi interventi per poter presentare con cura ogni dettaglio del Cre-Grest. Laura Regazzoni ha spiegato il logo e i vari passaggi dietro le quinte prima di arrivare al prodotto finito. Giovanni Belera ha introdotto i diversi laboratori espressivi presenti all’interno del manuale, mentre Herbert Bussini si è dedicato alla parte musicale suscitando la curiosità del pubblico con qualche assaggio delle nuove canzoni.
A curare la parte dei protagonisti, ovvero tutti coloro che vivono il Cre-grest, è stata Federica Crotti insieme agli animatori dell’ufficio Upee che hanno raccontano la parte riguardante il manuale, la storia e la formazione degli animatori, tutto pensato per accompagnare al meglio chiunque si approcci con il mondo del Cre-grest. Oltre allo sguardo più formativo, non sono mancati nemmeno i consueti appuntamenti a livello diocesano con la novità delle olimpiadi degli animatori che si terranno a Bergamo sabato 23 giugno che si aggiunge alla tanto attesa festa degli animatori in calendario per sabato 7 luglio.
Ultimo, ma non meno importante è stato l’intervento del vescovo Francesco Beschi che, dopo la preghiera, ha voluto lasciare a don e coordinatori con un messaggio molto importante: “Negli ultimi anni, diversi enti si sono interessati al mondo del Cre-grest  provando a organizzare qualcosa di simile. Potranno anche provare imitarci, ma lo stile degli oratori rimane unico e inconfondibile.”

Share.

Lascia un commento