Bergamo città di pace: a maggio in città migliaia di giovani da tutto il mondo con il Sermig

0

“Basta guerre! Facciamo la pace”. Questo il messaggio del sesto appuntamento dei Giovani della Pace del Sermig (Servizio Missionario Giovani), che per questa nuova edizione si terrà proprio a Bergamo, in Piazza Vittorio Veneto il prossimo 11 maggio. Un appuntamento mondiale, nato nel lontano 1964 per il volere del suo fondatore Ernesto Olivero e che negli anni passati ha toccato alcune delle più belle città del nostro paese, come Torino, Asti, l’Aquila, Napoli e Padova. “Insieme ai giovani chiederemo pace in un mondo segnato dai conflitti, pace in una società sempre più divisa, pace nelle relazioni personali”, ha spiegato il fondatore del Sermig, Olivero. “Sarà un appuntamento storico, e la bergamasca tutta è pronta ad abbracciare giovani da ogni parte del mondo all’insegna dei valori di pace, solidarietà e fratellanza” ha aggiunto il presidente della Provincia Matteo Rossi durante la conferenza stampa di presentazione, mercoledì 12 settembre. Si tratterà di una giornata interamente dedicata ai giovani, i quali potranno dire la loro sui temi che li toccano più da vicino, per la prima volta esprimendo il loro punto di vista di fronte ad un pubblico di adulti pronti ad ascoltarli e confrontarsi con loro: “Non parleranno politici e scienziati come di solito accade durante le conferenze istituzionali”, ha sottolineato il primo cittadino Giorgio Gori, “ma saranno proprio i ragazzi a raccontare come vorrebbero cambiare il mondo che li circonda, a partire dal gruppo Sermig di Bonate Sopra, che ci ha proposto questa iniziativa”. Si tratterà di un momento importante, in cui i valori fondanti saranno il rispetto e la solidarietà, fondamentali affinché si possa andare d’accordo con gli altri popoli e comprendere che la pace è possibile davvero, in quanto le divisioni esistenti sono date dalla paura della pace e della giustizia, le quali devono essere invece i pilastri su cui erigere la nostra società. Un’iniziativa importante che porterà nella nostra città migliaia di giovani da ogni parte del mondo e per l’occasione un grande palco sarà allestito proprio in Piazza Vittorio Veneto. Saranno proprio i grandi temi su cui da sempre si interroga l’uomo, quelli che saranno affrontati durante questa giornata mondiale della pace, come verità, libertà, giustizia e pace. Durante la mattinata sarà la parola il fulcro dell’iniziativa “Dialogo in città”, aperta ai giovani delle scuole e a tutta la cittadinanza, in cui si terranno dialoghi tra giovani e adulti in doversi luoghi significativi di Bergamo, sui temi dell’economia, della pace, dell’educazione e dell’ambiente. Monsignor Vittorio Nozza, vicario episcopale per i laici e la pastorale, ha infine spiegato come questo evento sia significativo per affrontare altri temi sensibili legati alla pace, come la povertà, le guerre e i conflitti, argomenti che saranno focus di discussioni e dibattiti durante la Giornata Mondiale.

Share.

Lascia un commento