BergamoScienza fa spettacolo: nel weekend musica greca e racconti cosmici

0

BergamoScienza torna con la sua XVI edizione dal 6 al 21 ottobre con più di 160 incontri tutti gratuiti dove protagonista assoluta sarà la scienza. Il festival, ideato e organizzato dall’Associazione BergamoScienza, non propone però soltanto conferenze, laboratori e mostre, ma anche musica e teatro. Ormai consolidata è la collaborazione con la rassegna Contaminazioni Contemporanee, che continua a portare in città grandi nomi della musica internazionale per esibizioni e concerti. Un intreccio di emozioni, sapere e spettacolo crea il clima ideale per promuovere e diffondere la scienza in un pubblico ampio.

Domenica 14 ottobre alle ore 21 nella suggestiva Basilica di Santa Maria Maggiore è in programma un doppio concerto che accompagnerà il pubblico nel magico mondo della musica greca contemporanea. Eleni Karaindrou, considerata la più grande compositrice greca, con Sokratis Sinopoulos (nella foto), uno dei più importanti suonatori di lira nel panorama internazionale saranno accompagnati dalla straordinaria voce della cantante Sotiria Rouvoli. A esecuzioni di brani tratti da Medea i musicisti greci alterneranno brani inediti del Sokratis Sinopoulos Quartet ispirati alla musica sacra e profana bizantina.

Parole, musica e immagini saranno le protagoniste di Racconto Cosmico. Spazio, materia e gravità nell’evoluzione dell’universo, un viaggio tra scienza e spettacolo nei più affascinanti misteri della fisica contemporanea a cura dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), in programma sabato 20 ottobre alle ore 21 all’Auditorium del Seminario Vescovile Beato Giovanni XXIII. Guidati da Neri Marcorè, tre scienziati d’eccellenza, Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Antonio Masiero, vicepresidente dell’INFN, e Viviana Fafone, ricercatrice della collaborazione internazionale VIRGO, ripercorreranno l’intera evoluzione dell’universo facendo luce sulla storia e la natura del cosmo. Il dialogo sarà intervallato da letture dell’attrice Maria Giulia Scarcella, dalle animazioni disegnate dal vignettista Luca Ralli e dalle note jazz del pianoforte di Umberto Petrin che completeranno il racconto, creando un’atmosfera di grande poesia e forte impatto emotivo.

Attesissimo quest’anno anche lo straordinario compositore e musicista Egberto Gismonti, geniale inventore di un mondo musicale originale, che domenica 21 ottobre alle ore 21 si esibirà in un concerto di piano e chitarre portando sul palco del Creberg Teatro la profondità della sua melodia e le sue invenzioni soliste capaci di incantare il pubblico dalla prima all’ultima nota. Gismondi, un artista con una capacità fuori dal comune di interpretare qualsiasi “idea” associata a qualsiasi strumento e con un’insondabile fantasia musicale, è in grado di elaborare stili e infiniti organici in un intreccio sorprendente di generi musicali. Per prenotazioni e programma integrale www.bergamoscienza.it.

 

Share.

Lascia un commento