Custodi o padroni della Terra? Don Giovanni Nicolini e Vincenzo Balzani a Molte fedi sotto lo stesso cielo

0

Siamo custodi o padroni della Terra? La capacità creativa degli uomini ha raggiunto livelli tali da aprire scenari inediti, che ci pongono di fronte alla concreta possibilità di rendere la terra un luogo invivibile. Si deve porre un limite alla creatività umana? Quale senso dare a questo limite? A partire da queste domande si snoderà il dialogo tra don Giovanni Nicolini e Vincenzo Balzani per il secondo appuntamento della sezione “Genesi” di Molte fedi sotto lo stesso cielo. L’appuntamento è per martedì 16 ottobre, ore 20.45, presso la chiesa di san Tomaso di via S. Tomaso de’ Calvi 1, in città.

Don Giovanni Nicolini è un amico della rassegna delle Acli provinciali di Bergamo, più volte ospite nelle passate edizioni. Negli anni Settanta ha radunato attorno a sé un gruppo di giovani, dando vita alla comunità delle Famiglie della Visitazione, legata alla Piccola Famiglia dell’Annunziata, fondata da don Giuseppe Dossetti. È assistente Spirituale delle Acli nazionali. Vincenzo Balzani, invece, è un chimico. Alla ricerca scientifica affianca un’intensa attività di divulgazione, perché è convinto che gli scienziati abbiano una grande responsabilità che deriva dalla conoscenza. è quindi loro dovere istruire i cittadini e aiutare i politici a trovare soluzioni per i problemi della società. Il suo libro Energia per l’astronave Terra è diventato un punto di riferimento nel dibattito sulle fonti energetiche.

 

PACE E GIUSTIZIA NELL’ISLAM

Continuano anche gli incontri dedicati ai tre monoteismi. Dopo il primo appuntamento che ha affrontato i temi della pace e della giustizia nel Cristianesimo, mercoledì 17 ottobre, ore 20.45, sempre presso la chiesa di Loreto (via Kolbe 3, in città) interverrà Nibras Breigheche portando il punto di vista musulmano.

A volte abbiamo la sensazione che i concetti di giustizia e di pace siano vissuti e tradotti in modi differenti dal mondo islamico e da quello cristiano. In che misura questa sensazione corrisponde alla realtà? Come trovare linguaggi comuni per far convivere e valorizzare le differenze?

Nibras Breigheche è la prima donna ad aver ricoperto in Italia il ruolo di guida religiosa di una comunità musulmana. È nata e vive a Trento insieme alle due figlie adolescenti e ai suoi genitori arrivati in Italia negli anni ’70. È laureata in lingue e in teologia islamica. Ha studiato tra Parigi e Lione. Fondatrice dell’Associazione Islamica degli Imam e delle Guide religiose è specializzata in didattica delle lingue moderne; da gennaio 2018 presso l’Associazione Comunità Islamica del Trentino tiene un corso base
di insegnamento dell’arabo, “occasione per superare le diffidenze e
costruire ponti di pace”.

 

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, previa prenotazione del biglietto su www.moltefedi.it.

 

Molte Fedi Sotto lo Stesso Cielo è la rassegna promossa dalle Acli di Bergamo, con il patrocinio della Cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace, dell’Università di Bergamo, della Provincia e del Comune di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e con moltissimi gruppi e associazioni del nostro territorio. 

Share.

Lascia un commento