Sotto il Monte ricorda i 60 anni dell’elezione di Papa Giovanni XXIII

0

Sono passati sessant’anni dall’elezione al soglio pontificio di San Giovanni XXIII, avvenuta il 28 ottobre del 1958. Il Papa bergamasco, che molti definirono inizialmente “di transizione” pensando alla sua età avanzata, in meno di cinque anni riuscì ad avviare un rinnovamento profondo della Chiesa, dando inizio al Concilio Vaticano II.

Le esequie solenni di Pio XII si svolsero il 19 ottobre 1958. Sei giorni dopo, il 25 ottobre, si riuniva il Conclave per l`elezione del nuovo Papa.

Vi partecipavano cinquantuno cardinali. Martedì 28 ottobre, alle 16,50, con 38 voti (3 più del quorum) veniva eletto al soglio di Pietro il Patriarca di Venezia Angelo Roncalli, che scegliendo il nome di Giovanni XXIII compirà la prima delle sue “ribellioni” alla tradizione: nessuno per sette secoli aveva osato chiamarsi con quel nome.

Grande è la devozione dei bergamaschi nei confronti di San Giovanni XXIII, come ha dimostrato la straordinaria partecipazione alla peregrinatio dell’urna delle spoglie nella primavera scorsa. In vista di questo significativo anniversario, la sua città natale Sotto Il Monte Giovanni XXIII lo ha ricordato il 28 ottobre con una solenne celebrazione presieduta da monsignor Gianni Carzaniga, parroco di Sant’Alessandro in Colonna, da una preghiera nel Giardino della Pace e da un cammino verso il colle di San Giovanni dove alle 18,45 suonano a festa le campane, proprio come avvenne nella giornata dell’elezione e in serata viene acceso un grande falò.

Lunedì 29 ottobre è in programma una conferenza su “La cura del mondo: uno sguardo biblico” tenuta dalla pastora battista Lidia Maggi, biblista (ore 20,45, Sala Civica di Sotto il Monte), nell’ambito del percorso “Il mondo in affido” di Molte fedi sotto lo stesso cielo. Sabato 27, inoltre, un gruppo di oltre 300 persone parte da Bergamo per Roma per vivere questa ricorrenza in Vaticano. Nel pomeriggio il cardinale Angelo Comastri presiederà una solenne messa all’altare della cattedra, domenica poi i pellegrini assisteranno all’Angelus di Papa Francesco.

Share.

Lascia un commento