Natale nel segno delle missioni: da Bergamo un aiuto a Congo, Bolivia e Terra Santa

0

Congo, Bolivia e Terra Santa: la campagna di Natale 2018 “La stella ti invita! Incontra la missione” del Centro Missionario Diocesano quest’anno posa il suo sguardo su questi tre Paesi. Giunta alla sua quindicesima edizione e realizzata in collaborazione con Ascom Bergamo, Associazione Il Telaio della Missione – onlus e Websolidale, la campagna ha preso il via ieri, con diverse novità. A partire dai progetti missionari che, accogliendo l’invito di Papa Francesco di rivolgere maggiore attenzione ai giovani, puntano la loro attenzione proprio sulle giovani generazioni di terre lontane e meno fortunate. In Bolivia, nella città di Cochabamba, dove si trova la storica Ciudad de los Ninos,  realizzata dai preti e volontari del Patronato San Vincenzo, si sosterranno gli adolescenti di 15 e 16 anni con il “Proyecto Emaus”, che permetterà loro di uscire dalla casa famiglia e inserirsi nella società diventando indipendenti. Nella Repubblica democratica del Congo al centro della solidarietà saranno i neonati: lì le Suore delle Poverelle vogliono ampliare il reparto di maternità dell’ospedale di Kishangani, nella periferia della città di Kinshasa, per favorire l’accompagnamento delle partorienti e garantire sin dalla nascita una buona vita. Al momento in neonatologia sono presenti 13 incubatrici, spesso “sovraffollate”, contenenti ognuno fino a 4 bambini. 1521 i bambini prematuri nati nel 2017; più di 400 i bambini malnutriti seguiti e curati. In Terra Santa l’obiettivo è sostenere 12 parrocchie del Patriarcato di Gerusalemme occupandosi della formazione ed educazione religiosa dei ragazzi cristiani durante le scuole domenicali, in collaborazione con l’arcivescovo Mons. Pierbattista Pizzaballa. Testimonial della campagna 2018 una piccola tovaglia di Aguayo realizzata dalle donne della comunità di Azangaro, sulle Ande di Potosì in Bolivia, accompagnata da una stellina in terracotta. Ognuno di noi può portare il suo contributo di solidarietà, anche con un semplice click: spedendo, gratuitamente, una cartolina digitale dal sito www.websolidale.org, si donerà un euro a beneficio dei tre progetti. “Quest’anno le cartoline potranno essere inviate anche in altre lingue – sottolinea don Andrea Mazzoleni, direttore del Centro Missionario Diocesano -: francese, inglese e spagnolo. Lo scorso anno sono state inviate 18 mila cartoline, quindi abbiamo raccolto altrettante donazioni. È una campagna che entra nel tessuto cittadino: nei suoi primi quindici anni di vita è riuscita a rispondere a ciò che dice Papa Francesco, ad entrare nel mondo, e ad accompagnare la città di Bergamo in questo tempo prezioso. Sono tutte modalità grandi e piccole che fanno solidarietà testimoniando così che il Mistero dell’uomo è al centro”. Le cartoline coinvolgono inoltre scuole e oratori di città e provincia: partecipando al concorso grafico-pittorico, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale, gli studenti realizzano un elaborato per esprimere al meglio il vero valore del Natale, che poi diventerà una “cartolina Solidale”. In premio per loro, altra novità, non solo buoni spesa, ma ingressi gratuiti in alcuni Musei del territorio e l’assistere alle prove dell’orchestra del Donizetti. Numerosi i modi per partecipare attivamente alla campagna: gli amanti della musica sabato 15 dicembre potranno assistere al “Concerto di Natale”  alla Basilica di Sant’Alessandro in Colonna con la presenza del Vescovo Francesco Beschi, serata dove sarà assegnato il premio “Papa Giovanni XXIII” a tre missionari bergamaschi. I più sportivi potranno correre alla staffetta di beneficenza di sabato 15 e domenica 16 dicembre organizzata da We Run for Christmas (www.werunforchristmas.it).  Non mancano le leccornie solidali: il “Panettone della solidarietà” e, altra novità, la Tisana della Solidarietà di infuso all’ibisco (Karkadè). Continua l’esperienza de “la luce di Betlemme”, grazie al gruppo Agesci zona Bergamo: la luce sarà accolta nella comunità di Sant’Alessandro in Colonna domenica 23 dicembre e disponibile per essere attinta dalle parrocchie e dai singoli. Rientrano nella campagna  anche la Capanna Natalizia, allestita dal 1 dicembre al 6 gennaio 2019 sul Sentierone di Bergamo, i presepi in esposizione e vendita  all’Oriocenter e  alla libreria “Qualcosa in più-Libreria Buona Stampa” in via Paleocapa e il servizio di confezionamento presso l’Iper di Seriate dal 24 novembre al 24 dicembre. Il tutto è reso possibile grazie al sostegno di più di 100 volontari e alla partecipazione del mondo della scuola e di moltissime realtà territoriali, anche del mondo privato.

Share.

Lascia un commento