I bergamaschi alla Gmg di Panama: “Ogni giorno è una scoperta. Giovani di tutto il mondo uniti sotto lo stesso cielo”

0

“Panama si accende attorno alla GMG. Tutti sono al corrente dell’evento. Tutti si avvicinano e ti abbracciano. Tutti sono desiderosi di incontrarti. I panamensi sono davvero ospitali e disponibili. Se hai bisogno di aiuto, cercano di capire come possono essere utili e si fanno in quattro per risolvere il problema. Un gesto bello e forte a cui noi, purtroppo, non siamo abituati. Inoltre, essendo un incontro di molte culture diverse, c’è un continuo andirivieni di giovani che crea un clima di festa. C’è chi balla, c’è chi canta. Si respira un’allegria unica”.
Questo è il racconto dei primi giorni di GMG di Nicole, una giovane ragazza di Parre, che ha scelto di partecipare all’edizione panamense per rivivere le emozioni provate a Cracovia. Un’aspettativa rispettata dato che, negli ultimi giorni, Panama è stata invasa da milioni di giovani provenienti da tutto il mondo con un obiettivo comune: riunirsi in preghiera con altri giovani e Papa Francesco.
Nella giornata di ieri la GMG ha avuto ufficialmente inizio con la messa del vescovo di Panama. “Oggi si respira un clima ancora più inteso rispetto agli altri giorni. –spiega Eleonora- Ai già tanti giovani presenti, si sono aggiunti altri pellegrini per la messa. Qui ogni passeggiata può trasformarsi in un incontro. Sono iniziati i primi scambi di braccialetti, spille, portachiavi, ricordi. Molti ti chiedono di firmare la loro bandiera. L’entusiasmo che stiamo vivendo è incredibile”.
Gli incontri tra pellegrini sono sempre qualcosa di unico e irripetibile, un momento che avrà luogo solo in quei pochi minuti e poi rimarrà per sempre come un prezioso ricordo nei cuori di chi ha avuto la fortuna di viverlo. Questi incontri, poi, aiutano i pellegrini a superare le difficoltà e la stanchezza a cui si può andare incontro, come scrive Fabio. “La giornata di oggi, tra caldo e lunghe camminate, è stata un po’ stancante, ma proprio grazie alle fatiche mi sono reso conto di quanto sia importante avere al proprio fianco dei compagni di viaggio. Loro vivono insieme a te l’esperienza e sanno come sostenerti nei momenti di debolezza. La GMG fa risvegliare i cuori dei giovani e fa vivere momenti forti che ci stanno permettendo di comprendere a pieno l’importanza dell’unità. La messa di apertura è stata uno di quei momenti. Ho visto migliaia e migliaia di giovani, provenienti da tutto il mondo, essere disposti a darsi una mano nel momento del bisogno”.
Momenti che solo la GMG sa regalare riunendo sotto lo stesso cielo milioni di giovani da ogni angolo di mondo.

Share.

Lascia un commento