Il cardinale Ersilio Tonini, maestro di comunicazione. Documentario su Tv 2000

1

Un documentario per raccontare la vita del Cardinale Ersilio Tonini, grande comunicatore: sarà trasmesso giovedì 24 gennaio, ore 21.05, sul canale 28 del digitale terrestre,  sul satellite canale 157 Sky, sulla piattaforma satellitare Tivùsat al canale 18 e in streaming su www.tv2000.it in occasione della memoria liturgica di San Francesco di Sales, Patrono dei Giornalisti.

 La vita del Cardinale Tonini viene raccontata attraverso le testimonianze di Piero Chiambretti, Bruno Vespa, Maurizio Costanzo, Ferruccio De Bortoli e Don Antonio Mazzi e le immagini degli archivi Rai e Mediaset.

Una personalità che è rimasta nel cuore di tanti. Arcivescovo di Ravenna – Cervia fra il 1975 e il 1990, Ersilio Tonini ha solcato i mari mediatici di tv, giornali e radio, quasi fosse una star televisiva, ha portato alla mente degli italiani i temi della centralità della coscienza, dell’importanza dei mezzi di comunicazione per testimoniare la fede, della capacità di anticipare i tempi invece che subirli, della povertà di vita di chi sceglie Cristo.

La sua storia è raccontata nel film documentario «Ersilio», prodotto da Edizioni Moderna con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Ravenna-Cervia e il sostegno della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, main sponsor del progetto, che andrà in onda giovedì 24 gennaio, ore 21.05 su Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre,  sul satellite canale 157 Sky, sulla piattaforma satellitare Tivùsat al canale 18 e in streaming su www.tv2000.it), in occasione della memoria liturgica di San Francesco di Sales, Patrono dei Giornalisti .

 

Da un’idea del giornalista Simone Ortolani, il film documentario è stato scritto da Nicola Montese, Simone Ortolani e Roberto Vecchi, in collaborazione con Paolo Gambi, collaboratore e biografo del porporato, con la regia di Roberto Vecchi. Produttore esecutivo Salvatore Sangermano e direttore di produzione Adriano Gatta per Edizioni Moderna.

Il film è arricchito dalla interviste esclusive di Piero Chiambretti, Maurizio Costanzo, Ferruccio De Bortoli, don Antonio Mazzi, Bruno Vespa, monsignor Giancarlo Maria Bregantini, il “vescovo antimafia” nella Locride, Luigi Accattoli, vaticanista del Corriere della sera,  e di altri amici del cardinale – fra cui suor Paola Pasini, sua fedele assistente dagli anni Settanta alla scomparsa – e dalle rare immagini d’archivio tratte dalle Teche Rai, dal Gruppo Mediaset, da televisioni regionali e archivi privati.

«Reputo il Cardinale Tonini uno dei padri dei padri della comunicazione moderna», afferma il regista Roberto Vecchi. «Credo che questo riconoscimento emerga chiaramente anche dalle testimonianze di tutte le figure più o meno note che abbiamo coinvolto in questo progetto.  Credo che tutti ricordino la sua disarmante schiettezza, la sua spontaneità, la sua ironia e la sua simpatia, caratteristiche che viaggiavano tutte insieme e contemporaneamente all’interno di ogni suo percorso di comunicazione».

Share.

1 commento

  1. silvana messori on

    Non sono all’altezza dei personaggi in trailer, ma è talmente passata attraverso il teleschermo e nei Suoi interventi quella “verità” di testimonianza che nel giorno delle Onoranze funebri Duomo di Ravenna, 30 Luglio 2013, non ho potuto che ricordarlo con uno scritto dal titolo <> Desidero qui riportare alcune delle righe, nel Suo ricordo: <"Qualcosa di buono" si può fare, è stato l'auspicio di ogni mattina, parole della madre che all'orecchio di infante, suggeriva, come gemme nel cuore pieno di speranza…Non per il mondo, ma aperto al mondo, lo sguardo Tuo volgeva ovunque un fratello avesse desiderio dell'abbraccio Paterno…Complicità fu donata da Papa Paolo VI: Ti nominò Vescovo di Ravenna ed in obbedienza accettasti senza condizioni…Figlio di contadini, donasti terre diocesane fra i più poveri di loro…Grazie a Dio del dono ricevuto e donato a coloro che anche per un solo piccolo lembo della Tua vita, Ti hanno sfiorato…

Lascia un commento